Palazzo Zanca, De Luca incassa il consenso quasi unanime dell’Aula: ok al Salva Messina

Quasi 12 ore di consiglio comunale: ok dell’Aula al Salva Messina

Una lunghissima seduta straordinaria del consiglio comunale, in cui il civico consesso è stato chiamato ad approvare il patto Salva Messina proposto dal sindaco De Luca. Dura da quasi dodici ore la seduta a Palazzo Zanca per discutere sui nodi su cui dovrà confrontarsi l’amministrazione De Luca. Il sindaco in un lunghissimo monologo ha ribadito che stasera avrebbe potuto lasciare l’aula da dimissionario, quello che ha chiesto ai consiglieri è un ampio consenso, necessario per portare avanti le linee programmatiche del sindaco, una politica di lacrime e sangue per risanare le casse del comune ed evitare il dissesto. E De Luca ha incassato il consenso quasi unanime dell’Aula, eccezion fatta per i cinque stelle che già stamattina avevo dichiarato la netta contrarietà al patto d’onore del sindaco.

4 gli emendamenti alla delibera. Il PD ne ha proposti 3 in materia di tutela dei dipendenti e dei livelli occupazionali delle partecipate e del capitale di Atm, che deve restare pubblico. L’Aula li ha approvati tutti con 7 astenuti e 21 voti favorevoli. Passato anche l’emendamento di La Tona, Rotolo e Interdonato (Sicilia Futura) per la parte inerente la rimappatura dei servizi sociali (una mera correzione formale del testo proposto dal sindaco).  Con 2 astenuti, 6 contrari e 20 voti favorevoli, alle undici di sera l’ordine del giorno sul Salva Messina è stato quindi approvato dall’Aula.  La seduta del Consiglio non finisce qui. All’ordine del giorno resta ancora da discutere sulle dimissioni del sindaco.