Lo spettacolo dei colori sullo Stretto di Messina: tutti con il naso all’insù per il Festival degli Aquiloni

A Messina torna il Festival degli Aquiloni: a Capo Peloro tre giornate dedicate a grandi e piccini

A Messina torna il festival più atteso di primavera, amato da grandi e piccini. Il 26, 27 e 28 aprile a Capo Peloro tutti col naso all’insù per il Festival degli Aquiloni. La manifestazione, giunta alla terza edizione, è stata presentata a Palazzo Zanca. Tra le novità di questa nuova edizione i workshop, mostre, musica ed escursioni.  Ci saranno tre campi di volo: uno sul versante tirrenico, uno su quello ionico e l’altro sulla punta di Capo Peloro. All’evento parteciperanno le associazioni “Trapani Eventi” e “Sensi Creativi”.

In occasione della manifestazione saranno disposte modifiche alla viabilità del villaggio di Torre Faro: la via Fortino, fino all’intersezione con Via Biasini, resterà chiusa al traffico ed il parcheggio Morandi, in via Pozzo Giudeo, sarà aperto all’utenza. L’iniziativa prenderà il via venerdì 26, alle ore 18, in piazza Lanternino con una serie di eventi ed attività previste sino a domenica 28. L’area pedonale in prossimità della Punta presterà la scena a molte attività ed installazioni per l’iniziativa, con al centro le suggestioni del volo degli aquiloni dinanzi al panorama mozzafiato dello Stretto, sia durante le ore di luce che in volo notturno. Tra gli obiettivi della Pro Loco Capo Peloro c’è il desiderio di offrire alla cittadinanza uno spazio-tempo che riporti alle gioie essenziali e che riconcili con le bellezze naturali che la Riserva offre, ma anche quello di sottolineare una forte valenza territoriale e culturale.

Sono tanti, infatti, gli appuntamenti in questa direzione, mostre d’arte come quella dell’artista Maria Rando all’interno del cortile adiacente la Torre degli Inglesi e l’apertura della sua Casa d’arte; “Il Viaggio nella Terra degli Dei” attraverso i disegni di Lelio Bonaccorso; l’installazione artistica “Peace” dell’artista Stello Quartarone, un inno alla pace in lettere e colori; intrattenimento e storia con la presenza dei Cavalieri della Stella che sfileranno nell’area pedonale e con le attività di tiro con l’arco, a cura dell’associazione “Cuore di Drago”; tour in bici con Mediterranea Bike; momenti culturali con “Vie della Poesia”, a cura della rivista e casa editrice Carteggi Letterari; un’installazione di circa cinquanta testi di autori siciliani, da Bufalino, Quasimodo, a Lucio Piccolo; un workshop fotografico con il fotografo Gianmarco Vetrano e “Territori vivi” dei fotografi Macù; l’apertura del Museo Macho d’Arte Contemporanea e la mostra “Bleau – Cyanotype sur papier” al Nebe Coffee Book.

Molte attività previste anche per i più piccoli, dai laboratori per la costruzione di un aquilone a cura della Pro Loco ai momenti di intrattenimento con spettacoli di magia e “Stecco Maghetto”, divertenti attività insieme all’associazione Baobab e le bolle di Circobaleno. Per grandi e piccini verrà attrezzata un’ampia zona Pro-Market a piazza del Lanternino, con moltissime proposte artigianali. L’evento, che prevede anche musica dal vivo, si concluderà domenica 28, con la proiezione del video “Garibaldi a Torre Farò”, a cura del prof. Enzo Caruso, e gli ultimi voli in notturna.

Festival degli Aquiloni di Capo Peloro: i tre Capi della Sicilia legati a un unico filo

Venerdì 26 APRILE 2019 | 17.00 / 20.00

Sabato 27 APRILE 2019 | 10.00 / 20.00

Domenica 28 APRILE 2019 | 10.00 / 20.00


Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 2 votes.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE