Ok al Salva Messina, De Luca resta sindaco: “Salveremo la città dal baratro”

De Luca incassa il consenso dell’Aula e resta sindaco: “Adesso si va avanti senza se e senza ma, salveremo Messina dal baratro”

Oltre 12 ore di consiglio,  De Luca come un fiume in piena. Il sindaco di Messina  in un lunghissimo monologo ha sviscerato tutti i nodi delle partecipate, svelando retroscena inquietanti sui servizi sociali, il sistema delle parentopoli e dei bilanci, tutti atti su cui si occuperà la Procura.

De Luca ieri notte ancora una volta è uscito vittorioso dall’aula, incassando il consenso quasi unanime sul piano Salva Messina. Gli unici a ribadire il loro no al documento del sindaco sono stati i consiglieri pentastellati. Si è astenuto invece il consigliere Gennaro.

Il Salva Messina è stato approvato con 20 voti favorevoli, 6 astensioni e 6 voti contrari.  Al termine della seduta De Luca ha annunciato che ritirerà le dimissioni da sindaco e contestualmente si dimetterà dalla carica di onorevole regionale. De Luca incontrerà la città domenica prossima nel comizio a Piazza Municipio alle 18. Questo il commento del sindaco dopo la seduta di ieri:

Ora si va avanti senza se e senza ma!

Oltre 12 ore di confronto con il Consiglio comunale per l’esame e l’approvazione del progetto “Salva Messina”.
Non solo tireremo fuori Messina dal baratro economico finanziario ma creeremo tutte le condizioni per rilanciare Messina sotto il profilo sociale ed infrastrutturale.

Ringrazio tutti i consiglieri comunali che hanno contribuito al raggiungimento di questo straordinario risultato.

Rinnovo il nostro invito a tutte le parti sociali a sotterrare l’ascia di guerra per il bene della città“.