Le Ricette di StrettoWeb – Tortiera di alici calabrese

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione della tortiera di alici calabrese

La tortiera di alici è un secondo piatto sano e sfizioso in cui i sapori semplici del mare e della terra si uniscono alla perfezione. In Calabria i pesci più utilizzati in cucina erano quelli a basso costo e che si potevano conservare e trasportare come le alici ed il baccalà. Le alici venivano sistemate in vasi di terracotta, i “tinelli”, con sale grosso e peperoncino e sopra veniva posta una grossa pietra: al termine della marinatura si consumavano togliendo il sale in eccesso. In alternativa venivano anche conservate sott’olio.

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: basso

INGREDIENTI

700 g. di alici fresche

80 gr. di pangrattato

Prezzemolo tritato

Aglio

Capperi sotto sale

Peperoncino fresco

Olio extravergine di oliva

Preparazione

Sciacquate e asciugate le alici che potete acquistare già pulite. Adesso unite al pangrattato il prezzemolo tritato, il peperoncino, l’aglio ed i capperi dissalati. Ungete con olio una teglia, spolveratela di pangrattato e fate uno strato di alici disponendole con la pelle verso l’alto, copritele con altra mollica, condite con olio e continuate con altri strati fino al termine degli ingredienti. Completate col pangrattato ed un filo d’olio ed infornate per 20 minuti a 170 gradi. Servite subito la tortiera di alici.

Conservazione

Questo piatto si conserva in frigorifero per un giorno.

Curiosità e benefici delle alici

Le alici sono pesci azzurri ricchi di proprietà ed in particolare di acidi grassi omega 3. L’uso di questo pesce in Calabria ed in Sicilia ha delle radici molto antiche: la cucina calabrese, essenziale e dai sapori decisi, è stata da sempre influenzata dalla geografia della sua terra. La conserva, una tecnica adoperata già durante la colonizzazione greca e fenicia, permetteva infatti di mantenere il sapore dei cibi nel tempo e di renderli disponibili anche nelle zone più isolate. Grazie alla ricchezza di pesce che il mare offriva si affinarono i metodi di conservazione ed i pesci più trattati furono le alici, i merluzzi e le aringhe.

Il consiglio della zia

Gli strati della tortiera di alici si possono arricchire con fette di provola affumicata o anche spolverando del pecorino grattugiato.