fbpx

Reggina, da Parma: “a Reggio Calabria aspettano la partita come un bambino aspetta la mattina di Natale”

reggina-spal curva sud granillo Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Anche a Parma cominciano a percepire l’aria di festa ed entusiasmo che si respira a Reggio Calabria per il big match di domenica: la Reggina ospita i ducali e il Granillo va verso il record di presenze stagionali della categoria

L’entusiasmo che si respira a Reggio Calabria comincia ad essere percepito anche a Parma, nonostante gli oltre mille kilometri di distanza. E’ tutto merito dell’attesa per il primo big match stagionale al Granillo, fondamentalmente anche grazie al Parma stesso, alla sua piazza, al suo passato (anche recente), alla figura di un campione come Buffon. Ma non si sottovaluti quella reggina, di piazza: il suo tifo, la sua passione, il momento favorevole di classifica, i risultati di questo avvio, il ritorno di Aglietti, qualche nome “big” dal mercato. A Reggio Calabria aspettano la partita come un bambino aspetta la mattina di Natale“, scrive infatti ParmaToday in un articolo in cui sottolinea l’aria di festa in riva allo Stretto per una gara in cui molto probabilmente si supererà il record di presenze allo stadio in Serie B da inizio torneo.

“Da quelle parti c’è la voglia di vincere le sfide che contano – si legge ancora nelle pagine del giornale locale – per mandare un messaggio chiaro al campionato: la Reggina è una pretendente in più nella corsa alla gloria. Il Parma troverà un Granillo pieno di entusiasmo, arma in più a disposizione degli amaranto da giocarsi sul tavolo della partita. Una partita che il Parma non può perdere, né permettersi di giocare nel modo in cui ha giocato fino a qui. Per lo meno deve dare una risposta a livello di prestazione, per affrontare con maggiore serenità questo periodo di difficoltà. L’ultima vittoria risale al 12 di settembre, non si vince da troppo tempo in casa crociata. Da quel giorno, in cinque partite due sconfitte e tre pareggi, hanno acuito le difficoltà di un gruppo che deve ancora diventare squadra”.

E poi viene fatta la conta degli indisponibili: rischia di non essere della gara l’ex Delprato, affaticato, mentre ritorna El Mudo Vazquez in mediana. Sohm, Coulibaly o Osorio potrebbero sostituire l’ex difensore amaranto, mentre Tutino è sempre favorito su Inglese.