fbpx

Reggio Calabria, enorme incendio in impianto di smaltimento rifiuti della Locride: enorme nube di fumo tossico tra Locri e Siderno, “chiudete le finestre” [LIVE]

L’incendio ha gravemente danneggiato due capannoni dell’impianto di raccolta e smaltimento dei rifiuti di Siderno

Un incendio di vaste proporzioni, le cui cause non sono state ancora accertate, ha gravemente danneggiato due capannoni dell’impianto di raccolta e smaltimento dei rifiuti di Siderno, situato nella contrada San Leo posta a monte della cittadina costiera. Nell’impianto “TMB” di Siderno, attualmente gestito dalla ditta “Ecologia Oggi”, confluiscono tutti i rifiuti raccolti nei centri del comprensorio della Locride (42 Comuni della provincia di Reggio Calabria). Ad essere interessati dal vasto rogo, che ha sprigionato in tutta la zona dense e alte colonne di fumo, sono stati i due capannoni al cui interno si trovavano rifiuti di natura “indifferenziata”. Sul posto diverse squadre di vigili del fuoco. Presenti pure agenti della Polizia di Stato del commissariato di Siderno e carabinieri della compagnia di Locri. Sulla vicenda e’ intervenuto l’assessore regionale all’ambiente Sergio De Caprio. “Aspetteremo gli esiti delle verifiche dei vigili del fuoco – afferma – che, come sempre, sono in prima linea a proteggere quello che altri distruggono. Abbiamo inviato sul posto l’Arpa Calabria e la protezione civile per tutelare la popolazione e pianificare i necessari interventi di messa in sicurezza e di successivo ripristino. In ogni caso la Calabria ha la determinazione e le risorse per superare ogni difficolta’ e non si pieghera’ a nessuna minaccia”.

Il sindaco di Locri Giovanni Calabrese ha pubblicato su facebook un avviso urgente rivolto alla cittadinanza: “A causa del grave incendio in corso presso l’impianto di trattamento rifiuti di San Leo, al confine tra Siderno e Locri, sentita la Protezione Civile Regionale, considerato inoltre che, su giusto sollecito dei Commissari del Comune di Siderno, l’Arpacal sta verificando eventuali situazioni di inquinamento dell’aria, si invitano i cittadini, in via precauzionale, a tenere le finestre chiuse. I cittadini saranno informati ed aggiornati sulla situazione”.