fbpx

Giro d’Italia 2020 – Tamponi per tutti prima delle grandi montagne, si decide la corsa: big col fiato sospeso

Altra tornata di tamponi nel secondo giorno di riposo del Giro d’Italia 2020: i big, in vista delle grandi montagne dell’ultima settimana, attendono l’esito negativo

Il secondo ed ultimo giorno di riposo del Giro d’Italia 2020 coincide con un altro ‘giro’, quello dei tamponi. Dopo le positività riscontrare la scorsa settimana, con Kruijswijk e Matthews a farne le spese insieme alle intere squadre Mitchelton-Scott e Jumbo Visma, i big di classifica trattengono il fiato e sperano in un tampone negativo che gli valga da lasciapassare in vista delle grandi montagne. Nell’ultima settimana infatti si deciderà il Giro d’Italia con diverse salite in grado di cambiare il volo della classifica.

Domani si parte con la Udine-San Daniele del Fiurli, tappa lunga 229 chilometri con ben 6 GPM di media difficoltà presenti, il più alto dei quali è stato posto al culmine della salita della Madonnina del Domm, a 949 metri sul livello del mare. E se pensate che quella di domani possa risultare una tappa complicata, sappiate che servirà solo da antipasto per la scalata verso Madonna di Campiglio e il passaggio sullo Stelvio. Joao Almeida si prepara a lasciare la maglia rosa, pur difendendola fino alla fine con le unghie e con i denti. Wilco Kelderman è il favorito numero 1 e vuole restarlo. Tao Geoghegan Hart la scheggia impazzita. Nibali e Pozzovivo sono chiamati alla grande impresa. Il vero Giro d’Italia 2020 inizia adesso!