fbpx

Forum del Terzo settore Metropolitano di Reggio Calabria: “servizi sociali a rischio nell’ambito 14”

Il Forum del Terzo settore Metropolitano di Reggio Calabria chiede un incontro urgente con Commissario e la responsabile dell’Ufficio di Piano

I servizi sociali nell’ambito 14 sono sempre più a rischio. Le preoccupazioni che come Forum del Terzo settore Metropolitano di Reggio Calabria avevamo espresso solo qualche settimana addietro si sono rivelate più che fondate. La dichiarazione di dissesto che ha interessato il Comune di Villa S. Giovanni, comune capofila dell’ambito 14, non fa altro che rendere ancora più grave e preoccupante la condizione di precarietà in cui versano i servizi sociali che, lo vogliamo ribadire, interessano tutti e 13 i Comune dell’ambito.

Al Coordinamento istituzionale riunitosi ieri si è formalizzato, purtroppo, quanto si temeva; ad oggi e fino a quando non si insedierà l’Organo Straordinario di Liquidazione (l’OSL, che dovrebbe essere nominata, entro un paio di settimane) il Comune è impossibilitato a spendere un solo euro. La commissione dovrà prima effettuare gli accertamenti contabili previsti dalla legge. Ciò, realisticamente comporterà, per quanto riguarda la gestione dei servizi sociali, che i crediti vantati dagli enti fino al dicembre 2020 potranno essere saldati (si spera) non prima di gennaio/febbraio 2022. Un’eternità per organizzazioni che aspettano già da diversi mesi (anche oltre 12 in qualche caso). Il rischio concreto è la paralisi o il ridimensionamento dei servizi esistenti.

Da una parte, quindi, l’applicazione della legge, dall’altra la dura realtà; in mezzo centinaia di persone fragili che rischiano di vedere il proprio diritto alla salute e all’assistenza messo in discussione da procedure che, invece, dovrebbero in primo luogo garantirne la concreta e corretta applicazione. Come Forum, pertanto, chiediamo un incontro urgente con il Commissario e la responsabile dell’Ufficio di Piano, già nei primi giorni della settimana prossima, con all’ordine del giorno i pagamenti a valere sui fondi 2021 inviati all’ambito e già disponibili, al fine di scongiurare il rischio di chiusura dei servizi. Chiediamo, inoltre, che si proceda con urgenza alla nomina dell’OSL e che questo, una volta insediato proceda dando priorità ai fondi delle politiche sociali a valere sulle annualità precedenti.