fbpx

Reggio Calabria, la nuova frontiera del riciclo: uno scaldabagno copre la buca di via Ciccarello

Uno scaldabagno copre una buca in via Ciccarello traversa seconda: a Reggio Calabria non si butta via nulla e gli elettrodomestici tornano a ‘nuova vita’

Reggio Calabria è la nuova frontiera del riciclo. Dalla città in riva allo Stretto arrivano nuove e rivoluzionarie idee per dare nuova vita a ciò che non si usa più. E, soprattutto, il reggino si conferma maestro nel fare di necessità virtù. In via Ciccarello traversa seconda una grossa buca nel bel mezzo del manto stradale metteva a rischio l’incolumità dei pedoni e dei veicoli che ne transitavano. Come risolvere il problema? Infilandoci dentro uno scaldabagno. Ovviamente. Un elettrodomestico di grandi dimensioni per riempire una voragine altrettanto importante.

Secondo una particolare legge matematica scoperta a queste latitudini, la somma di due problemi dà risultato zero: in pratica, si annullano. E così che il reggino non solo trova il modo di utilizzare ancora uno scaldabagno ormai non funzionante, ma copre e segnala anche la presenza di una buca compiendo un’azione “socialmente utile”. Il tutto in attesa che chi di dovere si accorga del problema.