Sullo Stretto di Messina arriva il primo ferry “green”: ecco Elio, la nuova ammiraglia di Caronte&Tourist [FOTO, DETTAGLI, INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Elio è la prima nave del gruppo ad essere alimentata a gas naturale liquefatto: è il primo “ferry ecologico” di Caronte&Tourist per il trasporto sullo Stretto di Messina

Grande festa a Messina per la cerimonia di consegna della nuova ammiraglia Caronte&Tourist. Con l’arrivo di Elio, il traghetto biredizionale che attraverserà lo Stretto, collegando Messina a Villa San Giovanni, il Gruppo inaugura una strategia sociale, orientata al rispetto dell’ambiente e alla tutela del mare.

Elio è il primo ferry  a navigare il Mediterraneo usando l’Lng, un carburante a bassissimo impatto ambientale.

Il gas naturale liquefatto riduce infatti le emissioni di CO2 del 40%, del 90% quelle di Nox e del 100% delle di Pmi e Sox. L’Lng non contiene ossidi di zolfo né particolati, pur essendo un idrocarburo.

Elio oltre ad essere una nave ecologica a tutti gli effetti, rivoluziona il trasporto sullo Stretto anche in termini capacità di carico: pesa circa 8000 tonnellate e ha una capacità di carico doppia rispetto alla Telepass. Il nuovo ferry ecologico è lungo 133,60 metri, largo 21,60 e viaggerà ad una velocità massima di 19 nodi. A bordo è dotato di scale mobili e ascensori, bar, un’area giochi per bambini e negozi.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Il ferry è stato battezzato stamattina con una cerimonia a cui hanno preso anche il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Per il governatore lo Stretto di Messina rappresenta l’area su cui puntare per lo sviluppo dell’intera Sicilia: “Abbiamo bisogno di essere competitivi anche nel settore dei trasporti – ha detto il presidente – Sono contento che la societa’ si sia impegnata per questa nave ammiraglia, questo traghetto che ci consente di guardare al futuro con maggiore ottimismo”. E sempre per quel che riguarda i collegamenti il Gruppo Caronte&Tourist è pronto a lanciare importanti novità anche per i collegamenti con le isole minori.

Il presidente del gruppo Caronte & Tourist isole minori, Vincenzo Franza, ha infatti annunciato che il prossimo anno avverrà il varo di due navi per Lampedusa e Pantelleria, “le due isole che hanno piu’ bisogno e cui progetti sono gia’ pronti e i fondi sono stati reperiti anche grazie all’interessamento della Regione in un capitolo che lo Stato ha fatto anche per il trasporto pubblico locale. Siamo convinti che in due anni possiamo consegnare una flotta nuova, moderna anche per garantire le isole minori“. Elio è stato costruito nei cantieriSefine Shipyard in Turchia, il suo acquisto è stato finanziato da Mediocredito Italiano e Unicredit.