fbpx

Calabria, svolta nel marketing: da Jovanotti alla Cnn, la strategia di Film Commission per sponsorizzare il territorio

jovanotti stanley tucci

Dopo la presenza di Jovanotti, la Fondazione Calabria Film Commission ha garantito, insieme alle municipalità, il supporto tecnico e logistico, nella fase di preparazione del servizio di Stanley Tucci per “Searching for Italy”

“Benvenuto in Calabria, Stanley Tucci!”. Così la Fondazione Calabria Film Commission, guidata dal Commissario Straordinario Anton Giulio Grande, saluta l’arrivo di Stanley Tucci a Reggio Calabria, Scilla e Tropea: l’attore, di origini calabresi (i nonni sono di Marzi, stessa città natale del premio Oscar Mauro Fiore, e Serra San Bruno, mentre la mamma è di Cittanova), in questi giorni sta girando, in vari luoghi della regione, una puntata della nuova stagione della serie tv della Cnn, Stanley Tucci: Searching for Italy. Si tratta di una rubrica molto seguita all’estero e che di recente ha filmato le bellezze anche dell’Umbria e del Piemonte. Insieme a Tucci ci saranno molti professionisti calabresi, ad esempio il cuoco internazionale Francesco Mazzei. Nello specifico, la puntata relativa alla Calabria andrà in onda questa domenica alle ore 22.00 italiane.

Un viaggio che Tucci (protagonista di tanti film di successo, da Big Night ad Amabili resti, da Era mio padre a Il diavolo veste Prada) compie quindi tra le regioni italiane, mostrandone storia e bellezze attraverso un percorso tra le tradizioni gastronomiche: una serie che, nella prima stagione, ha riscosso un notevole successo in Usa, ottenendo due nomination agli Emmy Awards. “Una bella notizia per tutti, ospitare un grande attore come Stanley Tucci e questa importante produzione, per la quale la Fondazione ha garantito, insieme alle municipalità, il supporto tecnico e logistico, nella fase di preparazione”, si legge nella nota. Dopo la presenza di Jovanotti, che ha girato a Scilla e Gerace il video della sua nuova canzone “Alla salute”, è questo un ottimo trampolino di lancio per la Calabria, che grazie al Commissario Anton Giulio Grande sta riuscendo a mettersi in mostra nelle vetrine nazionali e internazionali.