fbpx

Termovalorizzatore a Roma, Alemanno approva: “serve, la raccolta differenziata da sola non basta”

termovalorizzatore

L’ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno approva la scelta di Gualtieri di costruire un termovalorizzatore nella capitale: “la differenziata da sola non basta, le alternative sennò sono le discariche o portare i rifiuti in altri territori”. Le similitudini con Reggio Calabria, al solito, non mancano

“Il termovalorizzatore a Roma serve. La raccolta differenziata è importante e, sotto la mia amministrazione, l’abbiamo praticamente raddoppiata, ma da sola non basta. Per questo non si può fare a meno del termovalorizzatore, anche perché le alternative sono o le discariche o portare i rifiuti in altri territori, una scelta però antieconomica”. Ad affermarlo all’Adnkronos è l’ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno, che commenta la scelta dell’attuale primo cittadino della capitale, Gualtieri, il quale ha annunciato la costruzione di un impianto moderno nella città eterna.

“Decisione coraggiosa che va sicuramente sostenuta”, ha aggiunto Alemanno. Ma il suo passaggio sulla differenziata (“è importante, ma da sola non basta, le alternative sono discariche o portare i rifiuti in altri posti”) fa riflettere in quanto rispecchia un po’ la situazione che già si vede a Reggio Calabria, che in quanto a rifiuti vive le stesse problematiche della capitale. L’Amministrazione Comunale continua ad appoggiare, giustamente, una raccolta differenziata che è, sì, tra le soluzioni più green, ma che da sola, con la gestione attuale perlomeno, ha dimostrato di non bastare. Nonostante il cambio di società di rifiuti, infatti, le micro e macrodiscariche continuano ad essere presenti su tutto il territorio, con la beffa di una delle Tari più alte d’Italia e di una somma importante da versare alle Regioni a cui portare le tonnellate di rifiuti aggiuntive. Per questo il Governatore Occhiuto ha annunciato il raddoppio del termovalorizzatore di Gioia Tauro, idea che non è piaciuta ai Sindaci della Piana, alla Città Metropolitana e al Comune di Reggio Calabria.