fbpx

Caso di buona sanità a Reggio Calabria: “mia sorella affetta da shock anafilattico è stata salvata dagli angeli del 118”

morto ambulanza

Reggio Calabria, la testimonianza di una lettrice relativamente all’intervento del 118 che qualche sera fa ha salvato la sorella affetta da shock anafilattico

Una lettrice di StrettoWeb ci ha inviato una testimonianza di buona sanità relativamente ad un intervento del 118 di Reggio Calabria che qualche sera fa ha salvato la sorella affetta da shock anafilattico dopo la somministrazione di un antibiotico. La donna è stata salvata dagli “angeli” del 118 che le hanno immediatamente effettuato delle manovre salvavita. La lettrice intende quindi ringraziare pubblicamente, tramite StrettoWeb, i soccorritori del 118. Ecco il testo integrale:

“Buongiorno, scrivo alla vostra redazione perché volevo porgere i miei più sentiti ringraziamenti alla squadra del 118 di Reggio Calabria intervenuta tempestivamente giorno 28/06/22 circa alle ore 20:40. Quella sera mia sorella ha avuto, dopo la somministrazione di un antibiotico, uno shock anafilattico con difficoltà respiratorie e parametri vitali non rilevabili. Nella disperazione di vederla diventare cianotica e intuendo la gravità estrema della situazione, chiamo il 118 che rilevando l’emergenza arriva sul posto immediatamente. Ecco arrivare gli angeli che con la loro professionalità hanno incominciato a fare le manovre di rianimazione, in silenzio e velocemente somministravano farmaci salvavita, si trattava solo di pochi minuti e avrei perso mia sorella per sempre. COSA DIRE?SEMPLICEMENTE GRAZIE A TUTTI VOI PER AVER RIPORTATO MIA SORELLA IN VITA. Grazie Dottore Marcello Surace, l’infermiera Daniela Dattola e l’autista di cui non conosco il nome. Vi ricorderò per sempre. Grazie, grazie Angeli. La sorella e i figli”.