Pirlo, addio al calcio: la Reggina come trampolino di lancio, che emozioni con la maglia amaranto a San Siro [FOTO]

  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
/

Pirlo, la notte del Maestro, grandi emozioni per l’addio al calcio di uno dei migliori calciatori al mondo, emozioni con la maglia della Reggina

Si sta giocando la partita d’addio di Andrea Pirlo, grande atmosfera a San Siro per ‘La Notte del Maestro’. In campo tantissime leggende, che stanno rendendo omaggio a uno dei più grandi campioni del calcio italiano. Come, riporta CalcioWeb, tante scene che hanno portato grande nostalgia ma una particolarmente commovente per i tifosi della Reggina, all’ingresso delle squadre in campo un bambino con la maglia amaranto. Sì perchè il club calabrese per Andrea Pirlo è stato come un trampolino di lancio, una delle migliori stagioni prima di diventare protagonista assoluto con le maglie di Milan e Juventus. Pirlo con la maglia della Reggina, ricordi indimenticabili, con una piccola lacrime sul volto dei tifosi amaranto. In alto la fotogallery. La partita nei primi 45 minuti ha regalato spettacolo, le White Stars perdono 3-5 contro le scatenate Blue Stars, in gol Shevchenko, Quagliarella, Pato (doppietta), Cassano, Vieri, Cafu e Seedorf.