fbpx

Sicilia, De Luca contro il Governo regionale: “sono dilettanti”

De Luca: "ancora una volta il Governo regionale dimostra di non avere le conoscenze basilari per poter amministrare la Sicilia"

Cateno De Luca

“Ancora una volta il Governo regionale dimostra di non avere le conoscenze basilari per poter amministrare la Sicilia. Ho invitato il presidente del parlamento siciliano l’on. Gaetano Galvagno a restituire al Governo Regionale i disegni di legge recentemente trasmessi all’Assemblea Regionale Siciliana, aventi ad oggetto la legge di Stabilità regionale 2023-2025 ed il bilancio di previsione della Regione Siciliana per il triennio 2023/2025. Infatti, il Parlamento siciliano non ha ancora proceduto all’esame e all’approvazione del Documento di economia e finanza regionale per gli anni 2023-2025, essenziale documento di programmazione legalmente necessario per la predisposizione dei disegni di legge già menzionati”, è quanto afferma il leader di Sicilia Vera e Sud chiama Nord, Cateno De Luca. “Nonostante il Documento di economia e finanza regionale sia stato approvato dalla Giunta regionale con deliberazione n. 337 del 28 giugno 2022 e successivamente trasmesso alla Presidenza del parlamento siciliano, non si è proceduto alla relativa assegnazione e trattazione nelle Commissioni parlamentari competenti, propedeutica all’esame di approvazione da parte del Parlamento siciliano. Eppure, questo Governo e la presidenza dell’assemblea dovrebbero sapere che l’approvazione del DEFR da parte del Parlamento siciliano è tappa imprescindibile del percorso di programmazione economico-finanziaria della Regione”, rimarca la nota.

“Per questo ho scritto al presidente dell’assemblea on. Galvagno chiedendo che in quanto garante del rispetto delle norme e del Regolamento interno dell’Assemblea Regionale Siciliana, solleciti il Governo regionale ad aggiornare il DEFR 2023-2025 deliberato dal precedente Governo e assegnare alle commissioni parlamentari il relativo testo per addivenire ad un dibattito con relativa determinazione da parte del Parlamento siciliano ancor prima che inizi nelle competenti commissioni parlamentari l’iter di esame della legge di stabilità regionale 2023-2025 e del bilancio di previsione della regione siciliana per il triennio 2023-2025. Ho inoltre chiesto che venga subito sospeso l’avviato iter di esame ed approvazione della legge di Stabilità regionale 2023-2025 ed il bilancio di previsione della Regione Siciliana per il triennio 2023/2025. Dall’inizio della legislatura questo Governo le ha sbagliate tutte! Anche la legge di stabilità approvata dall’attuale giunta regionale non rispecchia la complessiva programmazione prevista dal DEFR 2023-2025 approvato dalla precedente Giunta. Ci aspettiamo adesso una presa di posizione da parte del presidente dell’Ars affinché il parlamento possa essere messo nelle condizioni di lavorare seriamente. È chiaro che a questo punto l’esercizio provvisorio dovrà essere approvato con termine fissato al 31 marzo. Non riteniamo infatti soddisfacente il termine del 31 gennaio che aveva già previsto il Governo Schifani. Non consentiremo nessun balzo in avanti. Pretendiamo chiarezza e rispetto delle regole”, conclude De Luca.