fbpx

Reggio, il progetto Biesse Giustizia e Umanità-Liberi di Scegliere fa tappa a Melito

Il film e il libro, scritto a quattro mani dal Giudice Roberto Di Bella, con Monica Zapelli, sceneggiatrice anche del film con protagonista Alessandro Preziosi, vuole fornire un'alternativa concreta a chi pensa di essere in un vicolo cieco, a chi ritiene che il proprio futuro sia già scritto

Progetto Biesse Giustizia e Umanità

Il progetto Biesse Giustizia e Umanità Liberi di Scegliere fa tappa all’Istituto Superiore di Istruzione “Familiari” di Melito P. Salvo. Dopo i saluti del Dirigente Scolastico Avv. Vincenzo Zappia e della Prof.ssa Caterina Papandrea. che ha coordinato gli studenti attraverso la visione del film e la lettura del libro. gli studenti si interfacceranno con il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria Marcello D’Amico e con il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania Roberto Di Bella, ideatore del percorso rivoluzionario Liberi di Scegliere.

“Un cammino educativo – dice la Presidente Nazionale Biesse Bruna Siviglia, che introdurrà i lavori – partito nel 2019. Da cinque anni portiamo avanti tantissime scuole d’Italia con l’intento di educare i giovani al valore della scelta del bene primario per la vita di tutti noi, scegliere con responsabilità e consapevolezza ci può cambiare la vita”. Il film e il libro, scritto a quattro mani dal Giudice Roberto Di Bella, con Monica Zapelli, sceneggiatrice anche del film con protagonista Alessandro Preziosi, vuole fornire un’alternativa concreta a chi pensa di essere in un vicolo cieco, a chi ritiene che il proprio futuro sia già scritto. Nessuno ha il diritto di stabilire come sarà la vita degli altri spezzandone i sogni e piegandone la volontà secondo il proprio desiderio.

Progetto Biesse Giustizia e Umanità