fbpx

Reggio Calabria, rintracciato in un affittacamere e arrestato 36enne slovacco colpito da un mandato di arresto europeo

Reggio Calabria, il 36enne nel proprio paese d’origine è responsabile di reati economici e finanziari

arresto carabinieri

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria hanno arrestato, in esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso nell’agosto dello scorso anno dal Tribunale Distrettuale di Bratislava, un 36enne slovacco, ritenuto nel proprio paese d’origine responsabile di reati economici e finanziari, rintracciato in un affittacamere del capoluogo reggino presso il quale aveva preso alloggio.

In particolare, i militari dell’Arma, che in concomitanza del periodo festivo hanno ulteriormente intensificato i servizi di controllo del territorio, una volta identificato l’uomo lo hanno accompagnato presso gli uffici di Viale Calabria per le formalità di rito, al termine delle quali è stato trasferito in carcere e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Di fondamentale importanza nell’operazione in argomento è stata la consultazione delle banche dati delle forze di polizia a livello nazionale e internazionale.

La cooperazione internazionale tra le forze di polizia, nella quale l’Arma dei Carabinieri ha sviluppato le proprie linee di indirizzo per l’intensificazione dello scambio di informazioni sui fenomeni criminali emergenti, l’individuazione delle migliori procedure operative di contrasto nonché la condivisione delle esperienze investigative rivelatesi di maggiore efficacia, si conferma pertanto quale importante moltiplicatore di efficienza operativa.