fbpx

Messina: l’accoglienza del Comune ai partecipanti al Festival Internazionale di Scacchi

L’accoglienza del Comune di Messina ai partecipanti al Festival Internazionale di Scacchi XV Kodokan “Città di Messina – Porta della Sicilia”

Gli oltre cento partecipanti al torneo internazionale di scacchi provenienti da diciassette paesi sono da oggi in tour in città, grazie ad un programma di accoglienza realizzato dall’Assessorato al Turismo d’intesa con il Sindaco Federico Basile che lo scorso 2 gennaio ha inaugurato la kermesse. In particolare, durante la loro permanenza e compatibilmente agli orari di gara, sono state previste visite al Santuario di Montalto, il Tempio di Cristo Re, una sosta a piazza Cairoli e passeggiata lungo l’isola pedonale e le vie dello shopping cittadino. Il tour prevede inoltre, visite guidate ai monumenti e bellezze architettoniche quali, la Chiesa dei Catalani, via I Settembre, piazza Duomo e l’Orologio Astronomico, la Fontana del Nettuno, la visita del Museo d’arte contemporanea dell’Horcynus Orca e della sala immersiva interattiva, nonchè un giro lungo i tipici borghi marinari di Torre Faro e Ganzirri, con una sosta al lago grande alla scoperta del patrimonio faunistico della riserva e delle tecniche di molluschicoltura. “Ogni evento di livello, sia esso sportivo, culturale, convegnistico o artistico – evidenzia l’Assessore Enzo Caruso – rientra in una strategia condivisa dal Sindaco Basile e da tutta l’Amministrazione, orientata a promuovere il territorio a beneficio dell’economia indotta. Infatti, gli scacchisti e loro accompagnatori che stanno soggiornando in Città hanno la possibilità di fruire di escursioni opportunamente concordate con l’organizzazione nell’ambito dei percorsi di turismo esperienziale dell’offerta VisitMe (VisitMe.comune.messina.it). “Il dato è tratto! Continueremo su questa strada sicuri di poter contare su tutti gli operatori commerciali della Città e sul senso di accoglienza dei messinesi – ha aggiunto il Sindaco Basile – con la consapevolezza che Messina può offrire non solo bellezza ma anche servizi e vivibilità”.

Intanto prosegue il torneo, ospitato al Capo Peloro Hotel a Torre Faro, che si concluderà domenica 8; dopo l’avvio i numeri definitivi registrati riguardano: 100 scacchisti/e tra l’open A (51), l’open B (49) e l’open C (32); 6 Grandi Maestri, 6 Maestri Internazionali e 7 Maestri Fide; 12 le scacchiste presenti tra le quali una WIM e una WFM; le nazioni rappresentate sono invece 17 quali, Italia, Polonia, Malta, Olanda, Germania, Francia, Lituania, Belgio, Svezia, Slovenia, Ucraina, Georgia, India, Sud Africa, Usa, Argentina e Cile; infine tra tutti i giocatori il più piccolo ha otto anni, classe 2014, il più grande ne ha 81 di anni, classe 1941.