fbpx
*** ALLERTA METEO ***
ARRIVA IL VIOLENTISSIMO 'CICLONE DI MALTA': SOS MALTEMPO, VENTO E NEVE
TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU www.meteoweb.eu

Lido Comunale di Reggio, ora serve la svolta: “soldi già disponibili, si può fare la gara d’appalto”

I soldi non sono stati solo ottenuti, ma sono anche già disponibili. Nessun tentennamento, nessun dietro-front, sono Legge, inseriti in Manovra, già pronti. Ora la strada dovrebbe essere in discesa, ma non dipende più da Cannizzaro. E' il Comune di Reggio a doversene occupare, con il progetto e facendo partire la gara d'appalto

Lido Comunale Reggio Calabria Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Lido Comunale ieri e Lido Comunale oggi. A Reggio Calabria, questa struttura, era ed è un simbolo. Una volta era il simbolo della città, del centro, del “bello”, dei ricordi, dell’estate, della movida. Oggi, per i più, è il simbolo del degrado, della sporcizia, della lentezza burocratica, degli impedimenti, delle incompiute, dell’incapacità politica. Adesso, però, è il momento della svolta. Teoricamente, usiamo il condizionale, potrebbe esserci, ma è necessario passare ai fatti. Francesco Cannizzaro è riuscito a reperire 3 milioni di euro di fondi nazionali inserendo la riqualificazione del Lido Comunale nella Legge di Bilancio 2023. Ora è importante che questi fondi vengano utilizzati per partire con la gara d’appalto, facendo sì che quel simbolo allora del “bello” e ora di degrado, torni ad essere del “bello”.

Fattivamente, i soldi ci sono già. E’ stato lo stesso Onorevole ad annunciarlo nella conferenza stampa di ieri, quella in cui ha parlato dei quattro emendamenti a sua firma, tra cui appunto il Lido. “Raccontare a Roma agli altri colleghi che servono 3 milioni per un Lido Comunale obsoleto – ha detto il deputato reggino – non è facile, perché potrebbero pensare: ‘ma come, inseriamo in Legge di Bilancio 3 milioni di euro per un Lido?’. No, sono 3 milioni per il Lido, il Lido di Reggio Calabria, che ha valenza storica, che è patrimonio turistico e culturale. Io sono felice di aver lavorato affinché attraverso i soldi del Governo nazionale il Comune di Reggio potesse avere a disposizione questi 3 milioni di euro, già da domani mattina (questa mattina, ndr). Ciò vuol dire che se hanno il progetto, e questo non lo so ma chiederemo lumi nei prossimi giorni, possono fare già la gara d’appalto perché i soldi sono già nel conto corrente, stanno scendendo da Roma, di fatto sono già disponibili”.

Dunque, a detta di Cannizzaro, i soldi non sono stati solo ottenuti, ma sono anche già disponibili. Nessun tentennamento, nessun dietro-front, sono Legge, inseriti in Manovra, già pronti. Ora la strada dovrebbe essere in discesa, ma non dipende più da Cannizzaro. E’ il Comune di Reggio a doversene occupare, con il progetto e facendo partire la gara d’appalto. Insomma, è il momento della svolta, che è già partita con un segnale importante. Non ci si nasconda, come fatto spesso in questi anni, dietro l’ideologica politica o la burocrazia, per questa o altre opere, strutture o situazioni. Non ci sono più scuse.