fbpx
*** ALLERTA METEO ***
ARRIVA IL VIOLENTISSIMO 'CICLONE DI MALTA': SOS MALTEMPO, VENTO E NEVE
TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU www.meteoweb.eu

Gioia Tauro, i sindaci della Piana incontrano i medici cubani

Gioia Tauro: il Presidente dell'associazione dei sindaci città degli ulivi ha consegnato una targa al capo delegazione cubano

sindaci-medici cubani

Nella Giornata odierna, presso l’aula consiliare del Comune di Gioia Tauro, alla presenza del Presidente dell’Assemblea di Città degli Ulivi e Sindaco di Scido Giuseppe Zampogna, del Sindaco di Gioia Tauro e Presidente del Comitato dei Sindaci dell’ASP Aldo Alessio, del Sindaco di Cinquefrondi Michele Conia, del Sindaco di Laureana Alberto Morano e del Sindaco di Rizziconi Alessandro Giovinazzo componenti il direttivo dell’Associazione, sono stati accolti i medici provenienti da Cuba, guidati dal capo delegazione Dott. Luis Enrique Perez Ulloa, dal Dott. Francesco Lucia in rappresentanza del dipartimento salute della Regione Calabria e dal Dott. Rodolfo Bova. L’arrivo dei medici è stato contrassegnato da un clima di cordialità e fervore, per la collaborazione che nei prossimi giorni inizierà presso le strutture sanitarie della Piana di Gioia Tauro. “Oggi possiamo contare sul supporto e sul contributo professionale che questi medici daranno al nostro territorio. Di questo ci sembra corretto ringraziare il Presidente Occhiuto”, affermano i sindaci della Piana.

Durante l’incontro, il Presidente dell’associazione dei sindaci città degli ulivi ha consegnato una targa al capo delegazione cubano.
Il gesto è stato concepito per dare il giusto risalto a questo importante legame umano e professionale nato fra le nostre Comunità e la scuola medica cubana. “Siamo certi – hanno scritto i sindaci della Piana- che sarà un piacere lavorare fianco a fianco, scambiarci esperienze, idee, metodi e visioni. Alla fine di questo “viaggio” sia Cuba, sia la Calabria si saranno vicendevolmente arricchite. L’augurio e la speranza di Città Degli Ulivi è che una tendenza negativa possa finalmente essere invertita, rispondendo alle esigenze dei cittadini”.