fbpx

Funerali Ratzinger: piazza San Pietro piena di fedeli provenienti da tutto il mondo

Funerali Ratzinger: un fiume di gente si è apprestata ad arrivare per superare i controlli e avere così accesso alla piazza per l'ultimo saluto al papa emerito

  • Foto di Fabio Frustaci / Ansa
    Foto di Fabio Frustaci / Ansa
  • Foto di Ettore Ferrari / Ansa
    Foto di Ettore Ferrari / Ansa
  • Foto di Radek Pietruszka / Ansa
    Foto di Radek Pietruszka / Ansa
  • Foto di Fabio Frustaci / Ansa
    Foto di Fabio Frustaci / Ansa
  • Foto di Ettore Ferrari / Ansa
    Foto di Ettore Ferrari / Ansa
  • Foto di Fabio Frustaci / Ansa
    Foto di Fabio Frustaci / Ansa
  • Foto di Fabio Frustaci / Ansa
    Foto di Fabio Frustaci / Ansa
  • Foto di Radek Pietruszka / Ansa
    Foto di Radek Pietruszka / Ansa
  • Foto di Ettore Ferrari / Ansa
    Foto di Ettore Ferrari / Ansa
  • Foto di Ettore Ferrari / Ansa
    Foto di Ettore Ferrari / Ansa
/

Piazza San Pietro è già piena dalle prime ore di questa mattina nonostante sia una giornata nebbiosa. Bandiere tedesche sventolano nel cielo e la corsa per un posto a sedere è serrata. In giro diversi striscioni con la scritta “Danke Benedikt” e un fiume di gente che si è apprestata ad arrivare per superare i controlli e avere così accesso alla piazza per l’ultimo saluto al papa emerito.

A Santa Maria Consolatrice a Casalbertone, dove Papa Ratzinger era ‘titolare’ è stato installato un maxi schermo per far vedere ai fedeli, molto affezionati al pontefice, la messa funebre. “Ho incontrato anni fa il pontefice – racconta don Luigi Lani, il parroco, intervistato da Rai news 24 – aveva occhi paterni, affettuosi pudici e aveva grande attenzione agli altri“.  Presenti in parrocchia davanti al maxi schermo soprattutto molti anziani che non sono riusciti ad andare alle celebrazioni a San Pietro. “Ricordo che quando veniva incontrava i giovani ed i gruppi e di alcuni ricordava persino i nomi“, dice un parrocchiano.

Santo subito“: è quanto si legge in un cartello esposta da una delle tante fedeli presenti in piazza San Pietro in occasione dei funerali del papa emerito.

Al suo arrivo il feretro di Benedetto XVI è stato accolto in piazza da applausi e silenzio. C’è chi smette di parlare e chi vuole andare più avanti. C’è anche una bambina di quattro mesi in braccio alla sua mamma, arrivano da Marsiglia per i funerali del papa emerito. Con loro anche il papà. Quando la donna vede l’ingresso in piazza della bara di cipresso si emoziona, saluta e cerca di avvicinarsi il più possibile al centro della piazza.

Papa Francesco è arrivato in sedia a rotelle a Piazza San Pietro per prendere parte alla celebrazione dei funerali di Benedetto XVI.

Copie dell’Osservatore romano, il quotidiano della Santa Sede, vengono distribuite ai fedeli mentre fanno il loro ingresso in piazza per la celebrazione delle esequie. In prima pagina, naturalmente la foto listata a lutto del Papa Emerito. La copia è del 31 dicembre, giorno della morte.

Le campane della basilica di San Pietro suonano con i rintocchi ‘a morto’ nel momento della traslazione dalla basilica a Piazza San Pietro della bara di Benedetto XVI.  Una fitta coltre di nebbia che conferisce fascino e mistero, incornicia il cupolone di San Pietro dove è tutto pronto per la cerimonia funebre di papa Ratzinger. Alle fermate della metropolitana vicine alla Basilica servizi di vigilanza osservano discreti il movimento di pellegrini, turisti e lavoratori che si avviano a prendere o a scendere dai mezzi pubblici.

Centoventi cardinali, 400 vescovi, 3.700 sacerdoti a concelebrare, 400 pissidi per la comunione, decine e decine di migliaia di libretti della celebrazione e migliaia di copie dell’edizione straordinaria dell’Osservatore Romano: sono questi i numeri delle solenni esequie di Benedetto XVI in piazza San Pietro. Una macchina organizzativa impressionante per un evento davvero storico: è la prima volta di un funerale di un Papa emerito. Anche a livello mediatico i numeri sono impressionanti: oltre mille giornalisti accreditati provenienti da 30 paesi diversi. Quattro i maxischermi allestiti nella piazza per consentire agli oltre 100mila fedeli attesi di seguire le esequie.