fbpx

Reggina, gli auguri di Mimmo Praticò a “un’anziana-giovane che non sente gli anni”. E dice la sua sul mercato

Anche l'ex Presidente amaranto Mimmo Praticò augura buon compleanno alla Reggina, che oggi compie 109 anni. E poi dice la sua sul mercato

mimmo praticò

“E’ un giorno straordinario per i tifosi e penso anche per i cittadini reggini. La nostra squadra compie 109 anni, una lunga storia di un’anziana-giovane che non si sente addosso gli anni. 109 anni di gloria, di risultati prestigiosi, con qualche scivolata, com’è nella vita di tutti noi”. Un pensiero breve, semplice e allo stesso tempo profondo di chi l’amaranto ce l’ha addosso e lo ha dimostrato coi fatti. L’ex Presidente della Reggina Mimmo Praticò ha voluto augurare così, tramite StrettoWeb, buon compleanno alla società dello Stretto. Con una speranza, che era sogno, ora desiderio, ma potrebbe essere fatto concreto, per lui e per tutti i tifosi: “quest’anno è speciale perché i risultati stanno facendo sognare tutti i tifosi e ci auguriamo che fra un paio di mesi possiamo toccare ancora di più un traguardo e un sogno che aspettiamo da tanto tempo”, le parole di Praticò.

Ne abbiamo approfittato, dal momento che questo compleanno può essere definito come quello della rinascita e del ritrovato entusiasmo, per chiedergli se secondo lui sia così necessario intervenire sul mercato. “Ritengo – ha affermato ai nostri microfoni – che la Reggina sia una squadra quadrata in cui chi viene chiamato a scendere in campo risponde sempre bene, per cui potrebbe anche rimanere in questo modo. Però dico anche che se il club si guarda intorno per cercare soluzioni aggiuntive, allora vuol dire che intende tentare la scalata direttamente verso la Serie A. Se il portiere è la priorità? Abbiamo visto le partite d’andata e ci sono stati degli errori, ma complessivamente si può migliorare, anche se in tutti i ruoli la squadra ha risposto discretamente bene. Non voglio esprimere dei pensieri che non sono di mia competenza, perché la Reggina ha un gruppo di tecnici e di professionisti che possono valutare bene in base a quelli che sono gli obiettivi della società”.