fbpx

Ponte sullo Stretto, Salvini: “era nel programma elettorale, lo hanno scelto gli italiani”

Ponte sullo Stretto, le parole del ministro dei Trasporti e infrastrutture, Matteo Salvini

salvini - ponte stretto

Il Ponte sullo Stretto è un’opera non più rinviabile e di assoluta strategicità per l’Italia e l’Europa nel suo complesso“. Lo ha detto il ministro dei Trasporti e infrastrutture, Matteo Salvini, in audizione al Semato sulle linee programmatiche del ministero.

C’è un progetto che va aggiornato, una volta che saranno stimati i costi del Ponte sul Stretto valuteremo la congruità e l’opportunità di andare avanti su questa opera“. “Il Ponte sullo Stretto di Messina non e’ la soluzione di tutti i mali, ma fa parte di un puzzle piu’ ampioIl Ponte rientra nella fattispecie di utilita’. C’era nel programma elettorale del centrodestra, lo hanno scelto gli italiani, a quello mi attengo“. Salvini ha sottolineato come si stia avviando il percorso per “revocare il procedimento di liquidazione della societa’ dello Stretto e superare il contenzioso“. Quindi ha anche osservato che “senza il Ponte a cosa serve fare l’Alta velocita’ Salerno-Reggio Calabria? E’ un sistema: un pezzo senza gli altri non serve”.

“Il Ponte sullo Stretto è una cosa assolutamente seria, non è uno scherzo. Con il Ponte si evita la condanna all’isolamento della Sicilia, che costa ai siciliani sei miliardi di euro all’anno.”

Quella del Ponte sullo Stretto secondo uno studio e’ l’opera piu’ ambientalmente sostenibile, piu’ green. Si ripulisce il mare, si ripulisce l’aria, si evita la condanna all’isolamento della Sicilia che costa ai siciliani 6 miliardi l’anno” e “permettera’ la creazione di migliaia di posti di lavoro veri che in Sicilia e Calabria sono fondamentali“, afferma ancora Matteo Salvini.

Il progetto definitivo del Ponte sullo Stretto di Messina