fbpx

Milazzo: costituito lo Sportello Unico per l’Edilizia

E' stato formalmente costituito lo Sportello Unico per l’Edilizia (S.U.E.) del Comune di Milazzo

edilizia operai

Con deliberazione della Giunta Comunale è stato formalmente costituito lo Sportello Unico per l’Edilizia (S.U.E.) del Comune di Milazzo. A decorrere dal prossimo 2 gennaio tutte le pratiche edilizie dovranno essere obbligatoriamente presentate in formato digitale, mediante l’utilizzo del portale telematico URBIX in dotazione agli uffici di palazzo dell’Aquila. Lo Sportello unico è stato costituito presso il 4° settore – 2° servizio Politica del Territorio – diretto dall’ing. Fabio Marino al quale l’Esecutivo ha dato mandato di promuovere un incontro con i professionisti del settore al fine di tenere una giornata formativa finalizzata a consentire la corretta gestione della procedura. Il “Sue”, nella sostanza, ha il compito di curare tutti i rapporti fra il privato, i tecnici (ingegneri, architetti, geometri) e il Comune in merito agli interventi edilizi e costituirà l’unico punto di accesso per ottenere titoli abilitativi come Scia, Cila, Sca, permesso di costruire e ogni atto di assenso in materia di attività edilizia.

“Nell’ottica di una modernizzazione della Pubblica Amministrazione, obbligatoria per normativa – spiega l’assessore Santi Romagnolo – abbiamo istituito lo Sportello e presto sarà fornita ai professionisti che operano sul territorio una piattaforma per la gestione delle pratiche edilizie in forma digitale. Grazie al Sue, la documentazione che fino a ieri si doveva presentare in più copie cartacee presso gli uffici, oggi si può trasmettere comodamente e in tutta sicurezza da casa o dall’ufficio, evitando code e ritardi, con in più la possibilità di monitorare costantemente l’avanzamento delle istanze. Lo Sportello Unico Edilizia offre infatti all’utente un facile accesso agli elementi normativi e a tutte le altre informazioni necessarie per la presentazione e lo svolgimento delle pratiche e rende più agili le relazioni fra il Comune e il privato”. Dal nuovo anno dunque non saranno più accettate pratiche di competenza del Servizio Urbanistica ed Edilizia Privata presentate in formato cartaceo, fatte salve ovviamente le integrazioni documentali inerenti a pratiche già in itinere in corso di istruttoria.