fbpx

Volley, Desi Shipping Akademia Messina ko 0-3 contro Martignacco

Akademia Sant'Anna

Desi Shipping Akademia Messina frena contro Martignacco. Alla Cittadella Sportiva Universitaria è 3-0 per le ospiti

Sperava in un risultato diverso la Desi Shipping Akademia Messina che, pur sapendo di trovarsi di fronte ad una delle big del torneo, voleva sorprendere tutti e regalare un risultato importante al pubblico di casa, accorso anche questa volta numerosissimo sulle tribune del Palazzetto Polivalente della Cittadella Sportiva Universitaria. Alla fine l’Itas Ceccarelli Martignacco doma la squadra di casa con un rotondo 3-0, frutto di una gara giocata sempre con il piede sull’acceleratore.

Akademia non reisce a trovare le giuste misure e, nonostante un tiratissimo secondo set, è costretta a cedere alla forte squadra ospite. Parte iniziale del primo set molto combattuta, con tanti strappi da entrambe le parti. Martignacco, però, a metà set trova uno strappo importante e costruisce il vantaggio determinante per condurre la frazione fino all’agevole vittoria (13-25). Anche nella seconda frazione lo spartito non cambia: ospiti che prendono subito il largo e padrone di casa costrette ad inseguire. Bella la reazione di Muzi e compagne che, nonostante lo svantaggio, riescono a ricucire uno strappo importante e trovano il 9-9 che riaccende il match.

Le friulane strappano in diverse occasioni ma Messina, questa volta, non vuole saperne di mollare e riesce a confezionare l’aggancio sul 16-16. Da lì in poi equilibrio e spettacolo in campo, con nessuna delle due squadre che appare disposta cedere sulle avversarie. Alla fine Martignacco trova la lucidità per chiudere i conti anche nel secondo set e portarsi avanti 2-0 (24-26). Partenza super nel terzo set della squadra ospite, con un rotondo 5-0 che ,e friulane riusciranno a gestire sino alla fine, nonostante Akademia tenti di regire e trovare l’aggancio. Alla fine anche il terzo set è di marca ospite (12-25). MVP del match il libero ospite, Agata Tellone.

Il Coach di casa parte confermando il sestetto delle ultime due uscite. La coppia Muzi-Ebatombo nella diagonale palleggiatore-opposto, Martilotti e Pertens sono le schiacciatrici mentre le centrali sono Mearini e Composto. Libero Giorgia Faraone. Coach Marco Gazzotti risponde schierando in avvio Allasia e Sironi nella diagonale pallegiatore-opposto, Wiblin e Cortella le due schiacciatrici, Capitan Modestino e Eckl al centro, Tellone libero.

La prima palla a terra è di marca Akademia, con il punto griffato da Aurelia Ebatombo. Martignacco trova subito il pari ma il muro della 14 di casa vale il nuovo sorpasso. La squadra ospite non molla e si porta avanti. Prime fasi di gioco molto combattute: l’equilibrio permane per diversi scambi, con le due formazioni che si sorpassano a vicenda in svariate occasioni. Le friulane tentano di allungare con un mini break di 2-0 che vale il massimo vantaggio (5-7), strappo immediatamente ricucito dalla Martilotti che dà il là al controsorpasso delle sue. la squadra di casa allunga ulteriormente: break di 4-0 ed ace di capitan Muzi che vale il +2 (9-7). Decisa e determinata la reazione delle ragazze allenate da Coach Gazzotti che trovano prima l’aggancio e poi il sorpasso, portandosi sul pericoloso +3 che costringe Coach Breviglieri a spendere il suo primo time out (9-12). La mossa non porta i risultati desiderati e Martignacco allunga ancora: altri 2 punti per le ospiti e nuovo time out per la squadra di casa (9-15). Questa volta la squadra di casa riesce a reagire e ne piazza 2, ma viene subito ricacciata indietro dalle friulane, abili a mantenere sempre un margine di sicurezza e ad allungare ulteriormente nel punteggio (11-20). La Desi Shipping non riesce a trovare la reazione necessaria per opporre resistenza a Modestino e compagne che, cosi portano a casa il primo set dell’incontro con un rotondo 13-25.

Il secondo set comincia com’era finito quello precedente: l’Itas Ceccarelli prende subito il largo ed Akademia è costretta ad inseguire (2-6). Una prolifica Ebatombo cerca di limitare i danni e dà il là ad un principio di rimonta delle sue (5-7), subito interrotto dalla reazione ospite delle ospiti, che si mantengono sempre in vantaggio di 2/3 lunghezze. La Desi Shipping non ci sta e, con grande decisione, trova il break che completa la rimonta e costringe il Coach ospite a spendere il suo time out (9-9). Scelta giusta: Martignacco rientra in campo con il piglio giusto e piazza subito un pesnate break di 3-0 (9-12). Coach Breviglieri tenta anche il cambio in cabina di regia, inserendo al palleggio Valentina Brandi e per due volte Messina riesce anche ad avvicinarsi sul prezioso -1. Alla fine arriva l’aggancio che accende nuovamente l’entusiasmo del pubblico di casa (16-16).

L’equilibrio in campo, adesso, regna sovrano: ospiti che mettono la testa avanti e peloritane che non mollano e si riescono sempre a portare sul pari. Il muro della Mearini vale il tanto atteso sorpasso. Coach Gazzotti richiama le sue in panchina (22-21) e nuovo pari. La squadra ospite sigla un contestatissimo ace che vale il nuovo sorpasso friulano, con il conseguente time out, questa volta, del Coach di casa (22-23). Pronta risposta di Aurelia Ebatombo e 23 pari. Di nuovo avanti l’Itas Ceccarelli e di nuovo time out chiamato dalla panchina di casa (23-24), con il successivo errore in battuta delle ospiti che vale il 24 pari. Alla fine, però, niente da fare per la Desi Shipping: Martignacco ne fa due di fila e trova il 24-26 che vale la conquista del secondo set.

Partenza con il freno a mano tirato per le messinesi nel terzo set: ottimo turno in battuta di veronica Allasia che ne fa 5 di fila e scava subito il solco con la squadra di casa, determinando il time out della panchina messinese (0-5). Akademia tenta di affidarsi agli attacchi di Martilotti ed Ebatombo, ma le friulane prendono tutto in difesa e mettono con facilità palla a terra nella metà campo avversaria. Margherita Muzi torna in campo e mette a segno il secondo punto per le sue che vale il momentaneo -4 (2-6). La reazione di Messina arriva ma è ben controllata dalle ragazze di Coach Gazzotti, abili a mantenere sempre un rassicurante vantaggio 5/6 punti. L’ace della Mearini vale il momentaneo -4 per le ragazze di casa, subito ricacciate indietro da Martignacco che allunga anche fino al +7 (7-14 e time out chiamato da Coach Breviglieri). La gara si assesta su un sostanziale equilibrio: la Desi Shipping tenta con grinta una difficile rimonta mentre, dall’altra parte, Martignacco riesce a gestire il vantaggio acquisito e, senza particolari patemi, porta anche il terzo set a casa con la conseguente vittoria finale (12-25).

Trovare qualcosa che sia andata bene oggi non è facile – cosi Coach Breviglieri – ci sono tanti meriti delle nostre avversarie. Loro, a differenza di altre squadre incontrate fin qui, hanno dimostrato tanta fisicità in attacco, mentre noi continuiamoa d avere un pò di problemi con il servizio: battiamo facile e facciamo errori. Di contro abbiamo sofferto più del solito in ricezione e, di fronte ad una squadra che sbaglia pochissimo come loro, per noi diventa complicato”.

Siamo contenti del risultato – cosi Coach gazzotti a fine incontro – ci aspettavamo una gara più combattuta: Messina, del resto, nelle ultime partite ha sempre lottato e giocato al quinto set, quindi eravamo preparati ad una battaglia contro una squadra che non molla mai. Siamo stati bravi a mettere in difficoltà il loro sistema di ricezione e marcando bene gli attaccanti. Il risultato alla fine è severo per la squadra di casa ma meritato, ma nell’arco di tutti i set, nel secondo ci siamo complicati la vita sole, perché siamo stati sempre in controllo”.

Desi Shipping Akademia Messina – Itas Ceccarelli Martignacco: 0-3 (13-25, 24-26, 12-25)

Desi Shipping Akademia Messina: Varaldo 1, Catania ne, Ciancio (L) 0, Composto 4, Martilotti 6, Mearini 8, Muzi (C) 2, Brandi 0, Silotto 0, Pertens 1, Ebatombo 12, Faraone (L) 0. All. Breviglieri, Ass. Ferrara.

Itas Ceccarelli Martignacco: Cabassa 0, Alassia 5, Sironi 11, Modestino (C) 4, Granieri ne, Lazzarin (L) 0, Wiblin 14, Bole ne, Cortella 7, Tellone (L) 0, Eckl 10, Guzin 0. All. Gazzotti, Ass. Nicoli.

Arbitri: Fabio Scarfò di Reggio Calabria e Giorgia Spinnicchia di Catania.

Durata set: 22’, 30’, 20’