fbpx

“Vicinanza a Falcomatà”, altri 2 Sindaci prendono le distanze dal comunicato della Città Metropolitana

falcomatà processo miramare Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Reggio Calabria, altri due sindaci smentiscono di aver firmato il documento di “vicinanza” a Falcomatà divulgato ieri dalla Città Metropolitana

Si tinge di giallo la vicenda relativa al documento di “vicinanza” al Sindaco Giuseppe Falcomatà dopo la seconda condanna rimediata nel processo Miramare. Numerosi Sindaci della provincia di Reggio Calabria che ieri, secondo un comunicato stampa ufficiale inviato alla stampa dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, stanno dichiarando che in realtà non avevano mai espresso la solidarietà a Falcomatà e che il comunicato stampa inviato da Palazzo Alvaro è ingannevole. Il primo a dissociarsi è stato il vicesindaco di Ferruzzano, che stamani ha smentito la propria vicinanza al sindaco sospeso. Successivamente è arrivata la smentita dei Sindaci di Bagnara, Adone Pistolesi, e di Anoia, Alessandro Demarzo poco fa altri due primi cittadini, di Stignano e Stilo hanno deciso di chiarire la loro posizione.

“Alla luce dell’ esposizione mediatica del caso Falcomatà e delle diverse interpretazioni date al comunicato sottoscritto dai sindaci reggini”, Giorgio Antonio Tropeano e Pino Trono, rispettivamente Sindaci dei comuni di Stilo e di Stignano, precisano quanto di seguito: “Abbiamo sottoscritto il comunicato e sosteniamo con convinzione la necessità di superare i limiti della legge Severino nella misura in cui dagli effetti viene meno la stabilità e la continuità dell’azione amministrativa, privata da una guida democraticamente eletta. Viene meno la tutela dei diritti dell’amministratore interessato, questo diritti non hanno colore politico: vanno difesi e rivendicati in modo trasversale. Rispetto incondizionato alla persona del Sindaco Giuseppe Falcomatà e di tutti gli amministratori che subiscono gli effetti della legge Severino. Circa il contesto della attività amministrativa dell’ente comunale reggino e di riflesso sul profilo politico, non ci pronunciamo in quanto esula dal messaggio di vicinanza al Sindaco Giuseppe Falcomatà che abbiamo sentito di esprimere e sottoscrivere”.