fbpx

“Sviluppare e promuovere il Karate in Calabria”: ufficiale l’accordo ASI

santiago del cile tappa qualificazione olimpica

Il Comitato Regionale della Associazioni Sportive e Sociali Italiane della Calabria ha individuato uno staff tecnico d’èlite per organizzare la promozione e lo sviluppo di questa disciplina sportiva olimpica molto amata dalle ragazze e dai ragazzi

E’ bastata una “stretta di mano” nella sede ASI di Via Generale Tommasini tra Giuseppe Melissi, Presidente ASI Calabria, Fabio Gatto, Presidente ASI Reggio Calabria e Riccardo Partinico, Presidente della ASD Mediterraneo 1985 di Reggio Calabria per stipulare un accordo finalizzato allo sviluppo promozionale del Karate in Calabria. L’ASI è un Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI che ha stipulato una convenzione con la FIJLKAM del Centro Olimpico di Ostia Lido, con 1 milione di tesserati in Italia, 11.000 associazioni sportive affiliate, 132 comitati periferici ed oltre 70 settori sportivi, numeri questi che fanno comprendere lo “stato di salute” di un movimento sportivo proiettato al futuro. Lo Staff Tecnico dell’ASI Calabria, Settore Karate, costituito da Alessandra Benedetto, Rossella Zoccali e Riccardo Partinico e da altri Docenti da individuare avrà il compito di formare i nuovi Allenatori e gli Ufficiali di Gara sul territorio calabrese ed anche quello di coinvolgere Insegnanti Tecnici di altre organizzazioni sportive che hanno l’interesse di praticare sport in serenità ed armonia per aumentare la “base” dei praticanti.

Uno degli scopi promozionali del Karate ASI calabrese sarà quello di proporre ai ragazzi un Karate adattato all’età e alle necessità epocali. Lo stile di vita dei giovani è stato “fuorviato” dagli eventi che hanno colpito il pianeta in questi ultimi cinque anni con gravi ripercussioni anche sulle famiglie. Oltre ai classici problemi di obesità e di postura che hanno da tanti anni hanno colpito le nuove generazioni, sono, adesso, in aumento i casi di alunni con DSA, con BES, con ADHD e con altri disturbi del comportamento quali per esempio l’ossessione per l’utilizzo dello smartphone o gli Hikikomori (giovani che si chiudono in casa). L’idea dello Staff Tecnico è quella di iniziare dalle fasce 3/5 anni della Scuola dell’Infanzia con il Progetto Karate AlfaKines e 6/11 anni della scuola primaria con il Progetto Karate-Family. Il Progetto Karate Alfakines è un insieme di esercizi imitativi e giochi destinati ai bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, quindi, si sviluppa durante l’arco d’età 3/5 anni migliorando le capacità psico-percettive dell’allievo, impegnando e stimolando quelle aree del cervello che controllano, regolano ed organizzano la comprensione e l’espressione del linguaggio. Il Progetto Karate Alfakines per raggiungere gli obiettivi, utilizza le lettere dell’alfabeto, le parole ed i numeri decimali e li abbina ad esercizi ginnici o giochi. Le lettere, i numeri e le parole diventano un tutt’uno con il movimento determinando un senso all’agire.

Il Progetto Karate-Family consiste nel proporre ai ragazzi che frequentano la scuola primaria un percorso formativo di giochi “poco tecnici e molto atletici” da apprendere, esercitare durante le lezioni curriculari e svolgere la domenica nelle piazze cittadine con il coinvolgimento attivo dei genitori e di un insegnante della scuola. Il punto di partenza dei progetti ASI Karate Calabria sarà la formazione di Insegnanti Tecnici con una tripla qualifica: Allenatore I Livello per insegnare in una ASD affiliata ASI, Allenatore scolastico per coadiuvare nelle ore curriculari l’Insegnante delle scuole dell’Infanzia e Primaria durante lo svolgimento di attività psico-motorie e motorie ed di Arbitro per dirigere le gare promozionali. Ai corsi di formazione organizzati dalla formazione ASI Calabria potranno partecipare anche gli Insegnanti della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria che avranno interesse ad approfondire le proprie competenze in ambito didattico/sportivo.