fbpx

“L’importanza di sport e alimentazione”: il racconto dell’incontro a cui ha preso parte la società Restart

Il racconto dell'incontro a cui ha preso parte la società reggina di Ginnastica Ritmica Asd Restart, basata sull'importanza di sport e alimentazione

/

“Sport e alimentazione camminano sempre di pari passo e, nella fattispecie, nutrirsi correttamente è essenziale anche nella disciplina della ginnastica ritmica. Il peso delle atlete è importantissimo tanto quanto le abilità con i cerchi, piuttosto che le clavette. Mangiare sano, avere cura del proprio corpo e, perché no, proiettarsi anche al futuro, per divenire gli adulti del domani con buone abitudini già a partire dalla tavola. Questi sono ottimi insegnamenti che in casa Restart non mancano mai e che vanno (sarebbe il caso di dire) al di là della pedana, al di là del mero aspetto tecnico”. Così in una nota Marilena D’Arrigo, dirigente tecnica della Restart, società reggina di Ginnastica Ritmica.

“Recentemente – prosegue – hanno fatto “rumore” le interviste e le testimonianze delle atlete di ginnastica ritmica, circa i canoni fisici richiesti, ma che si sono rivelati un’arma a doppio taglio per via delle ripercussioni psicologiche e la Restart ha risposto presente in maniera fattiva, realizzando un incontro questo 16 Novembre aperto a tutte le adolescenti. Un momento di confronto, di conoscenza e di informazione, con l’importante apporto della Dott.ssa Giulia Cugliandro, psicologa e mental-coach che ha analizzato tanti punti insieme alle partecipanti. Tra gli interrogativi e i punti emersi nella discussione, l’importanza sulla bellezza, sul prendersi cura di sé e, di conseguenza, l’importanza del mangiare sano, l’importanza di fare sport, e la forte interconnessione tra questi due aspetti che concorrono direttamente al benessere psico-fisico”.

“La Restart è da sempre attentissima a queste tematiche, che naturalmente rivestono un ruolo importante anche in ambito di supporto alle famiglie. L’incontro, fortemente voluto dalla Professoressa Marilena D’Arrigo (dirigente tecnica) e da Ylenia Albanese (responsabile del settore agonistico), non è il primo a dimostrazione che, alla luce della recente onda mediatica sull’argomento, non è vero che la ginnastica ritmica non si preoccupa degli aspetti psico-fisici delle proprie atlete. Difatti proprio su tali argomenti, in periodo pre-pandemia, nel 2018 era stato organizzato un convegno, gratuito, al quale avevano preso parte non solo le atlete, ma anche i genitori e tutti i cittadini interessati. Anche in quell’occasione dal tema “Sport e benessere psicologico” c’è stato l’apporto della Dott.ssa Cugliandro e insieme a lei erano intervenute la Dott.ssa Carmela Toscano (specializzata in psicologia dello sport) e la Dott.ssa Claudia Curcio (dietista e nutrizionista con tanta esperienza anche per quanto riguarda l’alimentazione sportiva). Con la stessa Dott.ssa Curcio, in piena pandemia, nel 2021, è stato inoltre organizzato un altro incontro, in webinar per tutti i soci tesserati, sempre legato alla corretta alimentazione nello sport. Insomma, la Restart sa come “prendersi cure” delle proprie ginnaste, dando loro tanti insegnamenti di vita e supporti continuo dentro e fuori dalla palestra dove con fatica, sudore, ma tanto, tantissimo divertimento ed unione, si sono raggiunti, si stanno raggiungendo e si raggiungeranno ancora, traguardi importanti a livello regionale nazionale e internazionale”.