fbpx

Ponte sullo Stretto, Salvini: “tornerò a Reggio e Messina per portare novità, lavoro e progetti”

Le parole del Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini nel corso del webinar sul Ponte sullo Stretto organizzato a Messina dal Comitato Ponte Subito

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

“Il Ponte non è un’infrastruttura siciliana o calabrese. Sono in ufficio da meno di un mese e ho tante cose da fare, tra cui anche l’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria. Conto che il riportare il collegamento stabile Sicilia-Calabria tra i dossier del Governo aiuti anche tutti i lavori che devono essere ultimati affinché il Ponte abbia un senso. Se colleghi velocemente Sicilia e Calabria ma non si collegano bene queste due Regioni, con strade, autostrade in condizioni che conosciamo, diamo adito ai benaltristi che in questi giorni si stanno esercitando con “facciamo altro prima del Ponte. Io dico che si può fare tutto e una cosa non esclude l’altro”. Così il Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini nel corso del webinar sul Ponte sullo Stretto organizzato a Messina dal Comitato Ponte Subito.

“Tecnicamente non è semplice. Va aggiornato il progetto. Il primo atto è re-insediare la società Stretto di Messina, in liquidazione da anni. A me interessa migliorare la vita di calabresi, siciliani e italiani e attrarre tutti coloro che verranno a fotografare quel tratto. Dobbiamo superare il ‘non ce la faremo’, dobbiamo superare il disfattismo e il malaugurio. Mi auguro che in questi 5 anni se tutte le forze ci mettono il loro mattoncino, le opere  partono. Conto di tornare presto a Messina e a Reggio Calabria, però portando progetti, novità, finanziamenti e lavoro. Al di là del lavoro che il Ponte potrà creare, credo che sarà per l’Italia uno dei maggiori volani di immagine. Da parte mia, più mi dicono che non si può e più mi danno la forza che farlo. Mi auguro che si potrà porre la prima pietra”, ha concluso.