fbpx

“Contemporanea” made in Reggio Calabria: Salvatore e Grazia vincono il Campionato Nazionale Pizza Doc | INTERVISTA

/

La miglior “pizza contemporanea” del Campionato Nazionale Pizza Doc viene da Reggio Calabria: a vincere il trofeo i fratelli Salvatore e Grazia Lofaro di Villa San Giovanni

Il verde del basilico, il bianco della mozzarella, il rosso della salsa di pomodoro: cosa c’è di più italiano della pizza? Soprattutto al Sud, la pizza è tradizione, arte, passione ma anche competizione. Si è conclusa da poco, infatti, l’8ª edizione del Campionato Nazionale Pizza Doc, kermesse che raccoglie centinaia di pizzaioli di tutta la penisola pronti a sfidarsi in diverse categorie: dalla tradizionale alla contemporanea, passando per teglia, pala e pinsa.

Lo spazio del Next di Capaccio-Paestum (Salerno), ha ospitato 4000 metri quadri di area expò con oltre 30 aziende, 10 forni sempre accesi, workshop a tema. Tre i giorni di gara: all’assaggio, in giuria, oltre 100 giornalisti e foodblogger. All’interno della competizione non poteva mancare un pezzo (anche se forse sarebbe meglio dire una fetta!) di Reggio Calabria. I fratelli Salvatore e Grazia Lofaro, di Villa San Giovanni, hanno partecipato al Campionato e vinto il primo premio nella categoria “pizza contemporanea“, una rivisitazione in chiave moderna e personale della classica pizza napoletana.

Salvatore si è occupato della realizzazione dell’impasto della pizza, Grazia della decorazione. La loro pizza, base pesto genovese con provola affumicata di Agerola, fiordilatte, pistacchio di Bronte e fiori di mortadella Bologna, ha conquistato i giudici che ne hanno lodato l’accostamento degli ingredienti, perfettamente bilanciati affinchè nessun sapore prendesse il sopravvento su un altro. Un piccolo dettaglio: Salvatore e Grazia sono… amatori!

C’erano oltre 500 partecipanti, la maggior parte erano professionisti, noi invece amatori – racconta Grazia a StrettoWeb – Insieme a Salvatore, ci siamo detti: proviamo a misurarci con il livello di chi questo lo fa di mestiere, proviamo una nuova esperienza… e ci siamo portati a casa anche la vittoria! Vincere, andava oltre le nostre aspettative: siamo partiti solo per divertirci, ma ci siamo fatti valere anche senza alcun titolo“.

I due fratelli hanno partecipato nelle categorie “pizza contemporanea” ottenendo il primo posto, e “pizza in teglia“, nella quale sono finiti fuori dal podio, chiudendo in terza posizione nel ranking assoluto. Le vittorie più belle, si sa, sono quelle inaspettate e Grazia ci racconta l’emozione vissuta sul momento. “Inizialmente, hanno chiamato i vincitori della categoria ‘pizza in teglia’, ma il nostro nome non c’era. – spiega – Voltandomi verso mio padre ho detto: ‘se non ci siamo neanche nella prossima, possiamo tornare a casa’“.

Viene chiamata dunque la categoria ‘pizza contemporanea’. “3° posto… nulla, 2° posto… nulla. Dico a mio padre: ‘andiamo, è finita’… 1° posto: Salvatore Lofaro. È successo l’impossibile, siamo rimasti senza parole! Già un terzo posto sarebbe stato un risultato fantastico, ma il primo… ancora fatichiamo a crederci!“.

Due amatori hanno messo ‘in fila’ diversi professionisti grazie alla loro passione e alla loro dedizione. Chissà che in futuro non possano mettere in fila anche tanti clienti, pronti ad entrare in quella che sarà la loro pizzeria, per assaggiare una pizza… da primo premio! “Un sogno…“, conclude Grazia.