fbpx

Reggio Calabria, altri duemila cittadini senz’acqua da tre giorni: situazione drammatica

reggio calabria panoramica hd dall'alto zona sud Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Reggio Calabria, circa 2000 abitanti si trovano quindi con i rubinetti a secco

Da ben 3 giorni i residenti di tre paesi della zona collinare nord di Reggio Calabria, stanno vivendo un incubo a causa dei rubinetti a secco. Il temporale dell’altra sera ha infatti causato un guasto elettrico che ha disattivato il pozzo idrico provocando disagi ai residenti che si trovano nel 2022 a dover fare i conti con l’assenza di un bene primario come l’acqua. I paesi di Sambatello, Diminniti e San Giovanni non possono quindi usufruire dell’acqua perchè nonostante l’intervento degli enti preposti, il guasto non è stato riparato e questo comporta che circa 2000 abitanti sono senz’acqua perchè chiaramente le cisterne private dopo 3 giorni di uso, si sono state svuotate.

La situazione è ancora invariata da giorni e questa mattina i residenti imbufaliti e avviliti da questa situazione che li vede impossibilitati ad effettuare qualsiasi cosa tra cui anche poter fare una semplice doccia o una lavatrice, hanno provato a chiedere aiuto agli enti preposti quanto meno per farsi riempire le cisterne private ma questo non è stato possibile in quanto sono stati rimbalzati da un ente all’altro e nessuno ha spiegato come bisogna fare per poter riempire le cisterne e chi deve occuparsi di questo passaggio.

Già lunedì avevamo segnalato l’incresciosa situazione di contrada Morloquio. Adesso anche a Sambatello: è vero che “la città ha retto il colpo”, come ha detto il Sindaco Falcomatà dopo la seconda condanna in appello nel processo Miramare? O forse, in realtà, la città sta sprofondando sempre di più nell’ormai totale indifferenza e assuefazione generale?