fbpx

Pellaro: al Palacolor la Giornata Internazionale della Tolleranza, per invogliare alla non violenza

L’obiettivo della giornata di sport educativo e partecipato è stata quella di diffondere e invogliare i ragazzi presenti a vivere i valori della tolleranza e della non violenza

/

Ieri pomeriggio, al PalacolorCsi di Pellaro, celebrata dal Csi Reggio Calabria la Giornata Internazionale della Tolleranza 2022, istituita ufficialmente dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1995, in onore dell’adozione della Dichiarazione universale dei diritti umani approvata nel 1948. L’obiettivo della giornata di sport educativo e partecipato è stata quella di diffondere e invogliare i ragazzi presenti – delle squadre Under 13 di Lumaka, guidati da Luca Laganà, e Basket Pellaro, guidati da Tonino Viglianisi – a vivere i valori della tolleranza e della non violenza. A favore di questo fine, l’UNESCO ha istituito il premio Madanjeet Singh e, inoltre, ogni anno vengono organizzate diverse conferenze, eventi, manifestazioni e festival in onore della giornata.

A Pellaro, i giovani cestisti, accompagnati dagli educatori Csi Piero Suraci e Gianluca Cutrupi, hanno vissuto una fase nuova, sperimentale e significativa del prepartita. Negli spogliatoi, infatti, i ragazzi hanno partecipato ad un laboratorio per ragionare e condividere insieme i valori da mettere in campo nel percorso di vita di ognuno. Quattro le “tappe” fondamentali vissute prima di realizzare la “distinta dei valori”, consegnata al direttore di gara. Individuazione: ognuno diviene consapevole dell’altro, di una diversa esperienza e delle sue caratteristiche distintive; riconoscimento: la curiosità verso un altro individuo raggiungendo una coesistenza di opinioni, atteggiamenti, idee, stili di vita diversi dai propri e accettazione della propria e altrui unicità; incontro: l’ascolto attivo porta alla consapevolezza che i propri e altrui modi di vivere la vita hanno la stessa importanza, raggiungendo rispetto e sintonizzazione empatica nei confronti del diverso da sé; scambio: si arriva quindi alla condivisione dei pensieri, emozioni e atteggiamenti, stimolando il proprio percorso di crescita personale. La tolleranza è un impegno che ogni ragazzo, anche attraverso lo sport, deve mettere in campo per costruire una società che garantisca pari opportunità a tutti i membri della comunità. L’intensa e partecipata gara, arbitrata dal mister e referente pallacanestro Csi Armando Russo, ha di fatto chiuso questo pomeriggio nuovo e sperimentale. Lo sport, il gioco, le gare o le tante esperienze sportive, devono rappresentare, per i ragazzi, segni e percorsi educativi di cambiamento: ecco la vera sfida e missione dello sport, soprattutto a Reggio Calabria!