fbpx

Occhiuto-Brunetti, simpatico siparietto dopo le “perle ai porci”: “non ho le tue capacità” | FOTO

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Simpatico siparietto stamani alla conferenza stampa di presentazione dell’esercitazione anti sismica della protezione civile: sul Lungomare di Reggio Calabria Occhiuto e Brunetti rompono il ghiaccio dopo il durissimo scontro di un mese fa

Sono state un po’ le circostanze, un po’ le personalità dei due protagonisti a determinare un simpatico siparietto tra Roberto Occhiuto e Paolo Brunetti questa mattina sul Lungomare di Reggio Calabria, dove i due si sono incontrati per la prima volta dopo il durissimo scontro di fine settembre. Occhiuto, in quell’occasione, dal palco di piazza Duomo dopo la vittoria del centrodestra alle elezioni politiche, riferendosi ai progetti e ai finanziamenti per la Regione, ha parlato di “dare le perle ai porci” riferito agli amministratori locali della città di Reggio Calabria. Parole dure che hanno scatenato un pandemonio di polemiche con le pesanti reazioni degli esponenti locali nei confronti del governatore.

Stamani Occhiuto è tornato a Reggio per la presentazione della più grande esercitazione anti sismica della storia d’Italia che la protezione civile terrà proprio in riva allo Stretto nei prossimi tre giorni. Il Presidente della Regione ha aperto la conferenza stampa di presentazione insieme a Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento Nazionale della protezione civile, ed ha avuto la prima uscita pubblica con il collega siciliano Renato Schifani, seppur in collegamento video. Emblematiche le dichiarazioni dei due governatori sul Ponte sullo Stretto e sulla sinergia reciproca tra Calabria e Sicilia, con parole al miele tra due esponenti politici dello stesso partito e dalla navigata esperienza parlamentare.

Ad un tratto, però, Brunetti irrompe nel tendone della protezione civile appositamente allestito per la mostra “Terremoti d’Italia“. Giunto in ritardo dopo aver affrontato altre importanti emergenze comunali, Brunetti intendeva in ogni caso portare il proprio saluto ad un incontro così importante ed è stato lì, in quel frangente, che Occhiuto ne ha approfittato per salutare la compagnia in modo elegante per sgattaiolare a Gioia Tauro, dove lo aspettava la delegazione degli europarlamentari in visita oggi a Reggio Calabria con il Ministro Fitto. E allora il governatore ha colto al balzo la presenza del sindaco f.f. e prima di alzarsi dal tavolo spiegando i propri impegni istituzionali ha esordito dicendo: “lascio il mio posto al Sindaco Brunetti“. Un riferimento che ha suscitato la reazione del sindaco che ha sorriso e, un po’ ironico, ha risposto: “ma io non sono all’altezza, io non ho le tue capacità“, evidentemente pensando a come era stato apostrofato in pubblico poco più di un mese fa dal governatore. E’ stata però l’occasione per rompere il ghiaccio tra i due, che sorridendo si sono scambiati il posto salutandosi e stringendosi la mano, con tanto di pacche sulle spalle, come possiamo osservare nella sequenza fotografica a corredo dell’articolo. Chissà che non possa essere l’inizio di un’interlocuzione meno tormentata…