fbpx

Natasa Pirc Musar eletta Presidente della Slovenia: è la prima donna, come Meloni in Italia

Natasa Pirc Musar Foto Igor Kupljenk Epa / Ansa

Natasa Pirc Musar, a scrutinio quasi ultimato, vince il ballottaggio per diventare il prossimo presidente della Slovenia e la prima donna capo di stato del piccolo paese dell’Unione europea

La candidata liberale Natasa Pirc-Musar sarà la prima presidente donna della Slovenia, dopo essersi aggiudicata oggi il ballottaggio, come Giorgia Meloni in Italia. A scrutinio quasi ultimato, l’avvocato esperto e difensore dei diritti che è sostenuto dal campo liberale di sinistra ha ottenuto circa il 54% dei voti. “Le persone hanno parlato del tipo di Slovenia che vogliono”, ha detto nel suo primo discorso, “mi batterò per i diritti umani fondamentali e la democrazia“. Il suo rivale, l’ex ministro degli esteri di destra Anze Logar, ha ottenuto circa il 46% dei voti, secondo la Commissione elettorale statale di Lubiana. Aveva vinto il primo turno il 23 ottobre con il 34% dei voti su sette candidati. Logar si è congratulato con Pirc-Musar per la sua vittoria.

Pirc Musar ha un passato decennale come giornalista per la televisione pubblica di Stato, durante il quale ha condotto il telegiornale di punta del primo canale, e per la rete privata Pop TV, con esperienze lavorative e formative anche alla CNN, alla BBC e a Sky News. Ma dopo un dottorato in legge all’università di Vienna, Pirc Musar ha deciso di dedicarsi interamente all’attività forense. Insieme a lei nel comitato elettorale anche l’ex presidente Danilo Turk, mentre nelle settimane scorse un altro ex presidente, Milan Kucan, le aveva espresso il suo sostegno.