fbpx

La lettera di UGL Agroalimentare al ministro dell’Agricoltura: “settore forestale calabrese da preservare e valorizzare”

bosco disperso

UGL Agroalimentare scrive una lettera diretta al  ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida, evidenziando le proprie preoccupazioni in merito alla situazione del settore forestale calabrese

Ugl Agroalimentare è preoccupata per la situazione attuale in cui versa il comparto, considerata l’importanza del settore forestale in Calabria, soprattutto, a tutela e salvaguardia del patrimonio boschivo naturalistico e dell’assetto idrogeologico, nonché per l’occupazione, che significa anche frenare lo spopolamento delle aree interne, montane e rurali“. È quanto dichiarato da UGL Agroalimentare in un comunicato stampa.

La Regione Calabria con i suoi oltre 600 mila ettari, di cui circa il 10% di demanio regionale, di superfice boschiva rappresenta una realtà da tutelare e valorizzare. – continua UGL Agroalimentare nella lettera rivolta al ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida – Attualmente, a causa dei miopi tagli imposti dai precedenti governi, sono previsti soltanto 10 mln di euro di stanziamento nel capitolo del finanziamento statale per il settore forestale calabrese che, pur insieme allo stanziamento regionale previsto in 50 mln di euro dalla giunta Occhiuto, sono largamente insufficienti e non consentono sia la corretta ed adeguata manutenzione delle opere realizzate negli anni passati e sia la programmazione di nuovi interventi di tutela e valorizzazione delle risorse naturali.

Appare evidente l’importanza del bosco, degli ecosistemi naturali, della tutela dell’assetto idrogeologico del territorio in una regione in gran parte occupata da montagne e colline ad elevata acclività, cosi come appare altresì evidente l’importanza di misure idonee a tutela degli attuali livelli occupazionali, che sono peraltro numericamente ridotti e di età media elevata a causa del blocco, ormai quarantennale, delle assunzioni imposto dalla L.442/84.

La Ugl auspica un positivo confronto e sia per rinnovare la qualità e la tipologia degli interventi forestali adeguandoli alle innovazioni intervenute e sia per assicurare la dovuta continuità alla manutenzione ed agli importanti servizi svolti come ad esempio, a livello preventivo e l’antincendio boschivo AIB che vede la Regione Calabria impegnata annualmente nella difficile quanto importante lotta al fenomeno degli incendi estivi che distruggono il territorio causando ingenti danni al patrimonio naturale. Pertanto con la presente si richiede un incontro al fine di poter ricercare le necessarie risorse per poter continuare a svolgere in maniera idonea e dignitosa le attività afferenti al comparto forestale“.