fbpx

Aeroporto dello Stretto, iniziativa di Fratelli d’Italia e Reggio Futura: “ecco come rilanciare lo scalo” | INTERVISTE

Reggio Calabria: si è svolto presso l’Hotel Torrione il convegno dal tema “Aeroporto dello Stretto: sarà la volta buona?”

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Si è svolto oggi, presso l’Hotel Torrione di Reggio Calabria, l’annunciato convegno dal tema “Aeroporto dello Stretto: sarà la volta buona?”, organizzato dal Circolo di Fratelli d’Italia “Antonio e Ciccio Franco” e dall’Associazione “Reggio Futura” per discutere del futuro del “Tito Minniti” sulla scorta delle recenti comunicazioni di Sacal e Regione Calabria. L’incontro è stato moderato da Corrado Savasta, presidente della sezione reggina della Fondazione Etica ed Economica, cui sono seguiti i saluti del Presidente del Circolo di FdI Saverio Laganà, del Presidente di Reggio Futura Italo Palmara, del Capogruppo di FdI al comune di Reggio Demetrio Marino, con gli interventi di Michele Buonsanti, docente presso l’Università Mediterranea, di Antonio Catizzone, Comandante pilota, di Aurelio Chizzoniti, già Assessore regionale, di Antonio Del Pozzo, Docente dell’Università di Messina, dell’imprenditore Giuseppe Falduto e di Bonaventura Sculco, Presidente dell’Aeroclub dello Stretto.

Per il docente Michele Buonsantiè vero che lo scalo ha delle restrizioni ma non vanno demonizzati. Purtroppo la cattiva gestione, insieme alle nuove normative, ha portato a non avere delle compagnie low cost e questo, di certo, non aiuta al rilancio. E’ ovvio che è mancata negli anni la programmazione, di certo l’Aeroporto ha tutti i requisiti per rilanciarsi”.

Per l’imprenditore Giuseppe Falduto “il problema dell’Aeroporto è l’intermodalità, ossia il suo non collegamento con gli altri sistemi di trasporto. I 25 milioni dell’emendamento Cannizzaro si dovrebbero utilizzare per una nuova e moderna aerostazione“, rimarca.

Mentre per il comandante Pilota Antonio Catizzone “la diminuzione della categoria di rischio, quando verrà realizzata, potrà essere il primo tassello per il rilancio dello scalo, insieme ad una strategia chiara. Due fattori negativi sono sicuramente la pista ed il microclima ma di certo l’aeroporto ha bisogno di un’offerta di voli valida che ad oggi non c’è. Biglietti costosi? Manca la competitività tra più vettori”, conclude.

Reggio Calabria, Catizzone: “l’Aeroporto ha bisogno di più voli” | VIDEO

Reggio Calabria, Prof. Buonsanti: “l’Aeroporto è stato gestito male” | VIDEO

Reggio Calabria, Falduto: “il problema dell’Aeroporto è l’intermodalità” | VIDEO