fbpx

L’ombra del nucleare in Ucraina, retroscena USA: Biden spinge per negoziazioni con la Russia

Biden Foto di Michael Reynolds / Ansa

Secondo il Washington Post il presidente USA, Joe Biden, starebbe cercando di convincere, privatamente, i leader ucraini a negoziare con la Russia

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, sarebbe impegnato, privatamente, nel convincere i leader ucraini a negoziare con la Russia, spingendoli ad abbandonare l’idea di non impegnarsi in colloqui di pace se Putin non verrà prima rimosso dal potere. A sostenerlo è l’autorevole Washington Post che cita fonti anonime informate. Il motivo dietro l’impegno del presidente americano sarebbe la forte preoccupazione che la guerra in Ucraina possa sfociare in un conflitto nucleare che risulti devastante per l’intera economia mondiale.

Secondo quanto scrive il quotidiano statunitense, la proposta dell’amministrazione Biden “non è volta a spingere Kiev al tavolo dei negoziati, ma piuttosto per garantire che l’Ucraina mantenga il sostegno di altri Paesi i cui governi sono diffidenti in merito alla possibilità di finanziare un conflitto di lungo periodo“.

La stanchezza in Ucraina è una realtà per alcuni dei nostri partner“, ha detto un funzionario americano citato dal giornale a condizione di anonimato. Un portavoce del Dipartimento di Stato ha dichiarato che ”il Cremlino continua a intensificare questa guerra. Il Cremlino ha dimostrato la sua riluttanza a impegnarsi seriamente nei negoziati anche prima di lanciare la sua invasione su vasta scala dell’Ucraina“.