fbpx

Basket in Carrozzina, la Farmacia Pellicanò Reggio Calabria deve alzare bandiera bianca a Firenze

Gara dai mille volti, decisa dagli episodi: Reggio Calabria BiC torna a mani vuote, ma con la consapevolezza che avrebbe potuto ribaltare il risultato

Farmacia Pellicanò BiC Reggio Calabria

Un incontro importante per ottenere il terzo posto in classifica che ha rispettato il pronostico per intensità di gioco e continui capovolgimenti. Le percentuali al tiro dalla media distanza di Santos e l’esperienza di Luciano Da Silva hanno dato quella spinta in più ai toscani fondamentali alla fine per portare a casa la vittoria. Ma parte davvero in salita la Farmacia Pellicanò che dopo soli 4 minuti si ritrova già senza uno dei giocatori cardine come Baz Sripirom, che si vedrà fischiare il terzo fallo dopo poche azioni “da un arbitraggio a nostro avviso insufficiente”, si legge nel commento sul sito della Reggio Calabria BiC.

Sono diversi infatti i fischi dubbi che hanno portato alle proteste i due team e che certamente hanno influito sull’andamento del match. E’ sul 7-7 che avviene il primo passivo importante per gli amaranto che accusa fortemente l’uscita del forte thailandese. In un amen Firenze si troverà sul 13-7 obbligando nuovamente coach Cugliandro al timeout. Nonostante le varie rotazioni Reggio Calabria sembra aver perso sicurezza, infatti finirà 19-11 il primo quarto a favore delle Volpi rosse. Il secondo quarto inizia con le stesse difficoltà di realizzazione per i reggini, arrivando così Firenze al massimo vantaggio (23-11). Coach Cugliandro rischia Sripirom mandandolo nuovamente in campo e decide di passare ad una difesa a tutto campo. Tanti i palloni recuperati in questa fase ripartendo in transizione ed in pochi minuti la Farmacia Pellicanò si ritroverà sul -1 (29-28) vedendosi negare a pochi secondi dalla fine del secondo periodo, un canestro realizzato da sotto sempre da Sripirom su assist di Billi per 3 secondi in area davvero inesistenti e che avrebbero portato in vantaggio sull’intervallo lungo gli amaranto.

Il terzo quarto inizia bene per i calabresi che si prendono il vantaggio (33-36) grazie ad un bel gioco corale che porta ben due volte il piccolo Siaurusaitis a realizzare da solo. Ma è qui che avviene nuovamente il blackout amaranto, con un bel parziale infatti Firenze si porta nuovamente sul +10. Le percentuali al tiro per i toscani sono davvero alte, ma Reggio Calabria sospinti dalla coppia thailandese Pimkorn-Sripirom rimane comunque saldamente in gara. Nel tentativo di rimonta la difesa amaranto traballa un po’, se da una parte Pimkorn realizza con più costanza da 3 punti, dall’altra Luciano e Fares riescono a realizzare facilmente da sotto canestro. Finirà così 69-62 per i padroni di casa, una bella ed intensa partita dal risultato che comunque tiene accese le speranze al terzo posto della Farmacia Pellicanò in vista del girone di ritorno.

Menarini Wheelchair Sport Firenze: Hosseini 10, Santos da Silva 18, Da Silva 17, Boganelli 4, Cini 12, Fares 8, Caiazzo, Forcione, Innocenti, Segreto n.e. All. Bergna

Farmacia Pellicanò Reggio BIC: Pimkorn 24, Salmi 6, Siaurusaitis 4, Sripirom 18, Billi 2, Wesolowski 6, D’Anna 2, Likic, Ben Mahjoub. All. Cugliandro

Arbitri: Di Piazza, Uldank