fbpx

Accordi sui vaccini Von der Leyen-Pfizer: “il più grande scandalo di corruzione della storia”

bourla pfizer von der leyen Foto di John Thys / Ansa

“Come è possibile che nessun Governo o agenzia europea abbiamo chiesto informazioni sull’efficienza dei vaccini prima di riceverli?”, si domanda l’eurodeputato Mislav Kolakusic che definisce il presidente della Commissione europea “Signora 4,5 miliardi di dosi”

Il croato Mislav Kolakusic, deputato al Parlamento europeo, ha pubblicato oggi su Twitter in video con dichiarazioni molto forti, in cui afferma che “l’acquisto da parte dell’UE di 4,5 miliardi di dosi del vaccino Covid “non testato” per 450 milioni di residenti nell’UE equivale al più grande scandalo di corruzione nella storia dell’umanità”. Inoltre, piovono accuse contro Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, definita come “Signora 4,5 miliardi di dosi”“Oggi – prosegue Kolakusic – , 10 di noi eurodeputati le hanno posto la seguente domanda: perché non presenta a noi, membri del Parlamento europeo, così come ai cittadini dell’UE che presumibilmente rappresenta, le conversazioni avute con il Ceo di Pfizer durante l’acquisto di 4,5 miliardi di dosi di vaccini in un momento in cui non c’era assolutamente alcuna prova della loro capacità di interrompere la circolazione del virus, e soprattutto della non nocività di quel prodotto”.

“Sulla base di questo calcolo, ogni bambino, appena nato, dovrebbe ricevere dieci dosi di qualcosa che nessuno al mondo, tranne forse due o tre persone, sa cosa contiene. Si tratta di segreti, brevetti protetti. Non si può pensare che qualsiasi tipo di Governo o agenzia europea abbia evitato di chiedere cosa c’è esattamente in quel farmaco – ha continuato –  Nessuno lo sa. E nessuno te lo dice. Hanno approvato quel vaccino, quel prodotto farmaceutico, solo sulla base delle dichiarazioni delle aziende farmaceutiche, senza vedere alcuna ricerca medica. Ad oggi, nessuna ricerca medica è stata consegnata ai membri della commissione Covid del Parlamento europeo o dell’Agenzia medica europea, a nessuno. Com’è possibile?”. “Stiamo parlando di possibile corruzione qui. L’approvvigionamento di 4,5 miliardi di prodotti con l’intenzione di iniettarli nelle persone, senza che nessuno sappia cosa c’è dentro, è sicuramente l’affare della corruzione nella storia dell’umanità, non solo nella storia dell’UE”, ha concluso il croato.