fbpx

Università di Messina: il Rettore si complimenta con Adelaide Librizzi, nominata Alfiere del Lavoro

adelaide librizzi rettore cuzzocrea

“Un grande orgoglio per il nostro Ateneo”, ha commentato il Rettore Cuzzocrea. Le emozioni della studentessa per il riconoscimento conferito dal presidente Mattarella

Grande accoglienza questa mattina presso l’Università di Messina è stata riservata alla studentessa Adelaide Librizzi. La 19enne originaria di Capo d’Orlando è stata insignita del riconoscimento di Alfiere del Lavoro dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e stamane è stata ricevuta dal Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea.
Adelaide, iscritta al primo anno del Corso di Studi in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso UniMe, è stata selezionata insieme ad altri 24 studenti di tutta Italia con la media più alta, ovvero, 9,93. Inoltre, la giovane ha sostenuto la scorsa estate gli esami di maturità con il massimo dei voti e la lode al Liceo Scientifico “Lucio Piccolo” ed è in procinto di completare gli studi nella classe musicale di Pianoforte al Conservatorio “Arcangelo Corelli”.

“Ricevere questo premio – ha commentato Adelaide – ha rappresentato per me un grandissimo onore, ma allo stesso tempo considero tutto ciò una responsabilità ed un punto di partenza. Sentirsi dire auguri e complimenti da parte del Presidente Mattarella è un importante incoraggiamento per il futuro. Adesso sono iscritta al Corso di Chimica e Tecnologia Farmaceutiche di UniMe ed a quello triennale di Pianoforte al Conservatorio di Messina. La Chimica e la Musica sono le mie più grandi passioni, continuerò a coltivarle sperando di non dover mai scegliere tra le due”.

“Il fatto che una studentessa UniMe sia stata nominata Alfiere del Lavoro – ha detto il Rettore Cuzzocrea – è senza alcun dubbio un grande orgoglio. Il riconoscimento è, innanzitutto, un premio all’impegno di Adelaide. È stata selezionata insieme ad altri 24 giovani con una media molto alta ed è un piacere che lei abbia scelto di proseguire il suo percorso di studio e la sua attività in un rinnovato Polo Papardo, affidando le sue qualità al nostro Ateneo che la accoglie con entusiasmo e con la voglia di formarla al meglio insieme agli altri studenti”.