fbpx

Tripi, continua lo scavo in contrada piano per scoprire Abakainon

Scavi Tripi

L’ennesimo importante intervento voluto dall’amministrazione per poter riportare alla luce parte dell’Antica Città è già cominciato sotto la guida dell’Architetto Lipari

Continuano i lavori e le iniziative da parte del Comune di Tripi per la valorizzazione del territorio in tutte le sue componenti e, soprattutto, per sottolineare l’importanza storica di Abakainon. Ed è proprio nell’area archeologica che questi interventi, periodicamente, regalano sorprese e scoperte di incredibile importanza storica, evidenziando non solo quanto già è stato fatto ma anche il fatto che, potenzialmente, c’è ancora un mondo da riportare alla luce. Grazie ad un’attenta programmazione e sensibilità culturale, l’attuale amministrazione prosegue infatti il percorso di riscoperta dell’antica città e non solo. Si legge in quest’ottica l’intervento di scavo in contrada Piano che si inserisce nel nuovo programma di valorizzazione e fruizione del patrimonio archeologico e storico-artistico elaborato dal Comune di Tripi. Tra gli obiettivi di questa operazione c’è quello di definire le caratteristiche topografiche-urbanistiche dell’antica città di Abakainon e la funzione degli edifici, riportando alla luce parte dell’abitato della città antica, proseguendo così i lavori svolti già a metà del secolo scorso che avevano documentato nell’area la presenza di un insediamento di età neolitica, di un abitato siculo anteriore all’ellenizzazione, di una città greco-ellenistica e romana. L’operazione, per la quale è stato predisposto un budget di circa 100.000 euro, permetterà quindi di ampliare le conoscenze e la ricostruzione di quella che era Abakainon, segnalando ancora una volta l’importanza che l’attuale amministrazione di Tripi vuole conferire alla storia del territorio, con la consapevolezza che si tratta di un progetto di interesse nazionale e non solo. Le numerose visite e richieste che, soprattutto negli ultimi anni, hanno fatto avvicinare turisti da tutto il momento all’area archeologica sono la dimostrazione di quanto i lavori svolti in questa zona stiano portando i loro frutti anche per il settore turistico di Tripi e delle aree limitrofe, un dato che incoraggia diversi enti a sposare la causa del Comune nel proseguire l’importante impegno profuso per la valorizzazione di Abakainon e per proseguire i lavori svolti già nello scorso secolo.

2L’importanza che la nostra amministrazione sta dando al recupero e alla rivalorizzazione della storia del nostro territorio è sotto gli occhi di tutti – spiega il sindaco di Tripi Michele Lemmo -. Vogliamo continuare quanto iniziato perché crediamo che Abakainon possa avere un valore storico, artistico e culturale di interesse nazionale. Per questo siamo orgogliosi di tutti gli interventi che sono stati fatti e che verranno fatti per proseguire il percorso intrapreso. Siamo certi anche di tutti i benefici che, in termini turistici e non solo, ne verranno per Tripi ma anche per tanti comuni vicini al nostro”. Alle parole del primo cittadino si aggiungono anche quelle dell’architetto Piero Lipari, direttore dei lavori: “Sono molto soddisfatto di tutte le opere progettate e realizzate da questo Settore Tecnico, è una sfida stimolante dirigere i lavori dello scavo potendo lavorare in sinergia con un’ equipe di archeologi, disegnatori e tecnici così validi. Aggiungo, inoltre, che capita poche volte nella vita di un professionista di poter eseguire lavori sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina, a cui vanno i meriti della progettazione. Sono molto orgoglioso di ciò che stiamo facendo e vogliamo riportare alla luce i resti e le ricchezze dell’antica città, al fine di valorizzare il patrimonio artistico e archeologico”.