fbpx

Partito Comunista dei Lavoratori – Calabria: “M5S passa da Salvini a opposizione, trasformismo spudorato”

Foto di Riccardo Antimiani / Ansa

Il Partito Comunista dei Lavoratori – Calabria critica il ‘trasformismo’ del M5S che nel giro di pochi anni è passato dal governo insieme alla Lega all’opposizione al centrodestra

Il suicidio del PD, il fallimento delle varie sinistre, più o meno radicali, consentono a Giuseppe Conte di fare uscire l’M5S da una situazione di coma politico e, con uno spregiudicato cambio di casacca, di fargli indossare le vesti dell’opposizione alla Meloni. Diversi compagni abboccano all’amo di questo spudorato trasformismo. Nel giro di pochi anni i 5 Stelle, diretti con metodi da caserma politica, passano dal governo con Salvini, dall’odio contro i migranti, dalla collocazione filoputiniana, dall’ostilità reazionaria ai sindacati dei lavoratori a questa nuova identità politica“. È quanto espresso in un comunicato dal Partito Comunista dei Lavoratori – Calabria.

C’è, un elemento di continuità: un interclassismo costitutivo, l’ostilità feroce alla lotta di classe e al suo sbocco politico conseguente, la nascita di una repubblica dei lavoratori. Perseverare è diabolico! Per il PCL è sempre attuale il compito di condurre una severa battaglia contro il postgrillismo e le sue metifiche illusioni per recuperare migliaia di compagni e compagne a un coerente impegno anticapitalista“, conclude il Partito Comunista dei Lavoratori – Calabria.