fbpx

“Sisma dello Stretto 2022”, Bova Marina sarà sito di accoglienza della popolazione per la simulazione

esercitazione sisma dello stretto

Il Comune di Bova Marina è stato scelto dal Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio quale sito di accoglienza della popolazione per l’esercitazione nazionale antisismica a seguito della simulazione di una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 che avverrebbe all’incirca alle ore 10 di venerdì 4 novembre

Tutto pronto per “Exe sisma dello Stretto 2022”, esercitazione nazionale antisismica che si svolgerà venerdì, sabato e domenica prossima a seguito della simulazione di una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 che avverrebbe all’incirca alle ore 10 di venerdì 4 novembre. Il Comune di Bova Marina è stato scelto dal Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio quale sito di accoglienza della popolazione (250 unità circa) ad opera della colonna mobile della Calabria in quanto dotata di tutta un’area idonea attorno al Campo Sportivo Veterani dello Sport già inclusa nel piano comunale di Protezione civile.

“Si tratta di un evento importante di carattere preventivo e formativo preparato con cura da più settimane dai dipartimenti della Protezione civile nazionale e regionale in stretta collaborazione con la prefettura ed i comuni interessati che ha visto il Comune di Bova Marina pronto a fare la sua parte mettendo a disposizione l’Ufficio Tecnico, il Coc e le risorse umane e finanziarie al fine di ripulire, attrezzare e rendere accogliente le strutture e le infrastrutture necessarie monitorate, visionate e giudicate soddisfacenti – ci tiene a precisarlo il sindaco Saverio Zavettieri – Sarà un’occasione importante per verificare l’efficienza e l’efficacia del nostro sistema di sicurezza e di protezione civile, la preparazione e la prontezza nel fronteggiare l’emergenza dell’eventuale infausto evento col soccorso immediato alle popolazioni e per noi del Comune di Bova Marina l’adeguatezza ed il collaudo delle strutture messe a disposizione a partire dal C.o.c”.

Durante la tre giorni dell’evento, ci sarà a Bova Marina la presenza e la convergenza delle massime autorità della Protezione civile, del Centro operativo interforze con rappresentanti dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica unitamente alla Prefettura e ai comandi dell’Arma dei C.C. della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, dei VVFF, della C.R.I., delle Reti Televisive e degli Enti che presiedono alla erogazione dei servizi essenziali delle comunicazioni, elettrici, idrici, della viabilità. “E’ indispensabile la presenza e la partecipazione attiva della popolazione, delle associazioni di volontariato che solitamente non fanno mancare la loro collaborazione ed il loro impegno, dei giovani e degli studenti che sono sempre i primi a mobilitarsi in caso di bisogno, per i soccorsi e la solidarietà attiva – conclude il primo cittadino – Sono convinto che la popolazione di Bova Marina troverà in questa occasione il migliore spirito di comunità e saprà mobilitarsi nel modo più proficuo come nella sua tradizione migliore”.