fbpx

Siracusa, Crosetto: “auspichiamo l’unità militare dell’Europa, il Mediterraneo va difeso”

Guido Crosetto Foto di Fabio Cimaglia / Ansa

Siracusa, Crosetto: “mettere insieme 27 organizzazioni militari diverse, con burocrazie, lingue e scuole di preparazione diverse, non è semplice”

“L’ambizione è che l’Europa smetta di fare un percorso a singhiozzo in molti settori. La speranza è che si trovi un’unità anche sotto l’aspetto militare, naturalmente ci sono delle difficoltà. Mettere insieme 27 organizzazioni militari diverse, con burocrazie, lingue e scuole di preparazione diverse, non è semplice”. E’ quanto ha affermato il ministro della Difesa, Guido Crosetto, intervenuto in videoconferenza a Siracusa al meeting “Sicilia, Mediterraneo, Europa: le sfide dell’energia e della sicurezza sottolineando l’importanza “dell’industria della difesa come “vettore della diplomazia”.

“C’è la possibilità per le nostre Marine militari di cooperare sempre di più sul Mediterraneo”, rimarca Crosetto, spiegando di avere avuto un dialogo telefonico con il ministro francese. “Un Mediterraneo che è una priorità e va difeso, l’Italia deve riscoprire il suo ruolo con l’Africa e con gli altri Paesi che sono ad Ovest ed a Est – ha detto il ministro – Pensiamo alle enormità di cavi, per non parlare del gas che transita nel Mediterraneo, per cui non possiamo permetterci eventi come quello accaduto al Nord Stream. Ormai, viviamo in un mondo diverso e questo ci impone una rivoluzione culturale per adeguarci ai cambiamenti”.