fbpx

Sicilia: imbarcazione utilizzata per il trasporto clandestino di migranti diventa presidio di legalità

Imbarcazione che era utilizzata per il trasporto clandestino di migranti è stata sequestrata e assegnata in custodia giudiziale ad Archeoclub D’Italia: diventerà presidio di legalità

In Sicilia sequestrata imbarcazione utilizzata per il trasporto clandestino di migranti,  diventa presidio di legalità. Ora assegnata in custodia giudiziale ad Archeoclub D’Italia. Rosario Santanastasio (Presidente Nazionale di Archeoclub D’Italia) ha detto: “gli scafisti non portano speranza ma morte e illegalità. Quella imbarcazione che, trasportava clandestinamente i migranti, purtroppo avrà sicuramente visto anche pianti, in quanto veniva utilizzata per il trasporto di persone. Noi invece su quella nave ospiteremo le nuove generazioni per far vedere loro il patrimonio archeologico sommerso, il patrimonio ambientale costiero. Dunque da oggetto di illegalità, sarà ora presidio di legalità!”. L’annuncio in occasione della giornata conclusiva della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (BMTA). Giornata Conclusiva della BMTA di Paestum con l’ArcheoLibro di Archeoclub D’Italia.

Flora Fortunata Rizzo (Vice Presidente Nazionale di Archeoclub D’Italia) ha sottolineato: “alla Borsa di Paestum: Cefalù laboratorio tra patrimonio ambientale e culturale. C’è la pietra lumachella al cui interno troviamo numerose conchiglie. Nei secoli questa pietra è stata lavorata dagli artigiani e la troviamo lungo il territorio di Cefalù”.