fbpx

Siracusano e Ferro verso l’ingresso nella squadra di Governo, Rixi vice di Salvini per il Ponte

siracusano-ferro-rixi

La messinese Siracusano e la calabrese Ferro verso l’ingresso nella squadra di Governo, il Premier Meloni vuole chiudere la partita nel minor tempo possibile

Il Premier Giorgia Meloni ha intenzione di chiudere a breve la partita dei viceministri e sottosegretari che tante discussioni stanno creando nella maggioranza di Cento/Destra. L’ultimo caso è in Forza Italia: il partito di Berlusconi vorrebbe il coordinatore calabrese Giuseppe Mangialavori nella lista di Governo ma potrebbe rimanere fuori. Dovrebbero diventare viceministri i forzisti Sisto alla Giustizia, Barelli agli Interni e Valentini al Mise. Per gli altri nomi spettanti a Forza Italia sono in pole position Perego (alla Difesa), Casasco (Mef), la messinese Siracusano, Savino e Bergamini. Barachini dovrebbe avere la delega all’Editoria.

Nella Lega sicuri di un posto Rixi (viceministro alle Infrastrutture e sostenitore del Ponte sullo Stretto) e Molteni (agli Interni). Altri dovrebbero essere Freni (Mef o Mise), Durigon (Lavoro), Gava (Transizione energetica), Ostellari o Morrone (Giustizia), Borgonzoni (Cultura), Sasso (Istruzione) e Bitonci. Mentre per Fratelli d’Italia sarebbero avanti la calabrese Wanda Ferro (Mezzogiorno), Frassinetti (Istruzione), Delmastro (Giustizia), Gemmato (Salute), Bignami (Mise). Cirielli dovrebbe diventare vicemistro agli Esteri e Leo al Mef.

Domani nel Consiglio dei Ministri ci saranno dei provvedimenti in discontinuità col governo Draghi: dovrebbe arrivare l’abolizione dell’obbligo della mascherina per chi entra nelle strutture sanitarie, ci sarà l’integrazione per il personale non vaccinato ed il rinvio delle multe al 30 giugno. Sul fronte della giustizia arriverà un decreto legge per mantenere l’ergastolo ostativo. Si punterà a reperire le risorse per varare le misure contro l’inflazione e il caro energia e per preparare la nuova legge di bilancio.