fbpx

Reggio Calabria, dopo 10 anni tornano le navi da crociera in città? Concluso in città il tour conoscitivo di sei compagnie

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Al tour conoscitivo hanno preso parte rappresentanti di Swan Hellenic, SilverSea, Holland America group, Le Ponant, Sea Dreams e Star Clipper, riuniti dalla partnership tra l’Autorità di sistema portuale, Città Metropolitana e Comune di Reggio Calabria

Si è conclusa a Palazzo “Pasquino Crupi”, ammirando l’inestimabile collezione di opere d’arte custodite ed esposte nelle sale del sito culturale, il “Fam Trip” delle compagnie crocieristiche nel territorio di Reggio Calabria, una vista conoscitiva che ha coinvolto alcuni operatori delle compagnie di navigazione fra le più importanti al mondo.

Rappresentanti di Swan Hellenic, SilverSea, Holland America group, Le Ponant, Sea Dreams e Star Clipper, riuniti dalla partnership tra l’Autorità di sistema portuale, Città Metropolitana e Comune di Reggio Calabria, in questi ultimi giorni hanno avuto la possibilità di scoprire ed approfondire alcune delle bellezze ed unicità culturali, naturali, paesaggistiche, artistiche, storiche ed enogastronomiche del nostro territorio. Con loro anche Claudine Pohl, fondatrice di “Lemoneight”, leader nel comparto crocieristico via web, nominata “Top 40 Young Talents Under 40” in the Cruise Industry World-Wide da Seatrade Cruise Global e finalista per il Talent Development Award.

Fra le mete visitate, insieme a Cristiana Laurà dell’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, ci sono stati i boschi di Gambarie, la Costa Viola, il Museo archeologico nazionale, Pentedattilo, il Museo del Bergamotto e, più in generale, l’intero anello storico, culturale e artistico della città di Reggio Calabria.

Un’ulteriore occasione – ha commentato il sindaco ff della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace -, nata dall’ottima sinergia attivata con l’Autorità di sistema portuale e con il Comune di Reggio Calabria, che ci consente di mostrare ad operatori del settore le principali bellezze del nostro territorio e di proporre un circuito di visita appetibile ed in grado di intercettare i flussi turistici più consistenti in ambito internazionale che guardano con molto interesse al nostro territorio“.

Nei giorni scorsi, accompagnati dai referenti del Settore Cultura della Città Metropolitana, ed attratti dalle opere, fra gli altri, di De Chirico, Dalì, Fontana, Annigoni, Migneco e Ligabue, gli operatori delle compagnie crocieristiche sono rimasti favorevolmente colpiti dall’offerta del nostro territorio. Tra i presenti Michele Bosco, in rappresentanza del gruppo Holland America, con , Seabourne, Princess e P&O Australia, Anna Maria Maestri di Swan Hellenic e Andrea Ferla di Silversea Cruises. La stessa influencer Claudine Pohl, dai suoi profili social, ha poi commentato: “Reggio Calabria ha tutto: continuiamo a esplorare, a connetterci con la natura e con la gente del posto! La storia è ricca e la cultura è viva! Reggio Calabria una perla nascosta in Italia!”.

L’iniziativa complessiva è coincisa con la presentazione, nei giorni scorsi a Palazzo San Giorgio, del masterplan del nuovo porto di Reggio Calabria, un’opera di restyling totale, progettata da Atelier(s) Alfonso Femia su impulso dell’Autorità di sistema portuale dello Stretto, e che, entro il 2026, consegnerà alla città un’infrastruttura ripensata nella sua logica naturale, forte di un diportismo all’altezza delle sfide moderne, molto competitiva, collegata in maniera indissolubile col contesto urbano ed in grado di ospitare anche grandi yacht e navi da crociera.

Il corposo investimento, pari a 33 milioni di euro, servirà per realizzazione un terminal passeggeri, la riqualificazione di edifici esistenti riconvertiti a uffici, l’implementazione dei pontili e l’integrazione con una nuova pensilina nel bacino interno nell’area del diporto, la costruzione di una banchina per le navi da crociera con un terminal di 1,100 metri quadrati e il cold ironing, un attracco per i mega yacht, il potenziamento degli ormeggi per gli aliscafi ed un percorso ciclo-pedonale di oltre tre chilometri, connesso alla stazione di Santa Caterina, tra aeroporto e città parallelo al muro di separazione della ferrovia.

La speranza è che adesso, dopo 10 anni da quando l’allora sindaco Demi Arena era riuscito a portare numerose navi da crociera in città, il turismo crocieristico torni a fare tappa anche a Reggio Calabria.