fbpx

Reggio Calabria, grande soddisfazione per la tre giorni di Sport Paralimpico al Circolo Velico | FOTO

/

La tre giorni di Sport Paralimpico al Circolo Velico di Reggio Calabria ha visto impegnati gli assistiti INAIL, che hanno potuto cimentarsi in ben otto discipline sportive: tiro con l’arco, tiro a segno, calcio balilla, pesistica, vela, nuoto, pesca sportiva canottaggio

Si è conclusa domenica a Reggio Calabria, presso il Circolo Velico, la tre giorni di Sport Paralimpico che ha visto impegnati gli assistiti INAIL, che hanno potuto cimentarsi in ben otto discipline sportive: tiro con l’arco, tiro a segno, calcio balilla, pesistica, vela, nuoto, pesca sportiva canottaggio. L’evento ha avuto inizio venerdì 14 ottobre alle 12 presso il Laboratorio Novello dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, partner dell’evento, che insieme alla Comitato CIP Calabria e alle rispettive federazioni, hanno fatto in modo che gli assistiti potessero vivere una giornata di sport integrato, seguiti dai tecnici federali. Erano presenti alla manifestazione anche gli studenti della Mediterranea che hanno avuto modo di constatare l’importanza dello sport applicato al sociale. Grande soddisfazione è stata espressa dai vertici INAIL, rappresentata dal vicario regionale Dottor Vincenzo Amaddeo il quale, in conferenza stampa, ha sottolineato l’importanza della riabilitazione attraverso lo sport.

Un ringraziamento è stato espresso dal presidente regionale del Cip Calabria a tutti coloro che hanno collaborato fattivamente alla riuscita di questa splendida manifestazione che ha avuto quale location d’eccezione il Circolo Velico di Reggio Calabria, dove gli assistiti hanno potuto provare oltre che agli sport tradizionali anche gli sport del mare, tanto voluti dal presidente Scagliola. Grande apprezzamento ha avuto il connubio sport-cultura con la visita al Museo Nazionale della Magna Grecia, che ha dato modo agli assistiti, per alcuni la prima volta, di ammirare i Bronzi di Riace e le altre pregiate testimonianze dell’arte dell’antica Magna Grecia. Un ringraziamento al direttore del Museo Carmelo Malacrino che ha sposato l’iniziativa; all’ATAM di Reggio Calabria, all’Università Mediterranea nella persona del Magnifico Rettore professor Giuseppe Zimbalatti, del pro rettore professor Giuseppe Barbaro e del professor Felice Arena responsabile del Progetto Noel, all’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria e della Citta Metropolitana e della Regione Calabria che hanno espresso solidarietà all’importante manifestazione.

Inoltre, the last but not least, un ringraziamento va ai Presidenti Regionali delle Federazioni che hanno reso possibile attraverso i loro tecnici l’eccellente svolgimento della stessa. Grande gradimento è stato espresso dalla comunità degli assistiti INAIL e dalle loro famiglie che hanno dichiarato di aver vissuto un’esperienza unica e che la formula si è dimostrata vincente proprio per il fatto di riuscire a competere tra di loro e a cogliere l’importanza dello sport per il loro percorso. A detta di tutti è la sinergia tra gli enti che porta un risultato come questo, per un percorso irreversibile che porta ad una vera società civile.