fbpx

Reggio Calabria, imprese in difficoltà a pagare i tributi comunali: Hermes consente una particolare rateizzazione

Tributi comunali e rateizzazioni, gli Assessori Martino e Gangemi incontrano i rappresentanti delle associazioni datoriali. Oggetto dell’incontro le difficoltà delle imprese reggine a far fronte ai pagamenti dei tributi e la possibilità offerta da Hermes di reteizzare fino a 72 mensilità i debiti pregressi, esclusa l’annualità in corso

Gli assessori alle Attività Produttive, Angela Martino, e ai Tributi e alle Società comunali, Francesco Gangemi, hanno incontrato quest’oggi i rappresentanti delle associazioni di categoria del comparto produttivo cittadino. All’incontro, richiesto dalle stessa associazioni datoriali, erano presenti il Presidente di Confcommercio Lorenzo Labate, insieme al Direttore Fabio Giubilo, ed il Presidente di Confesercenti Claudio Aloisio. Oggetto della riunione le difficoltà vissute dai commercianti reggini, raggiunti in queste settimane da avvisi di pagamento da parte della società Hermes, titolare del servizio di riscossione dei tributi per conto del Comune di Reggio Calabria.

A fronte delle difficoltà evidenziate, gli Assessori Martino e Gangemi hanno rappresentato alle associazioni datoriali un’opportunità in realtà poco conosciuta dal tessuto produttivo. La Società Hermes consente infatti la possibilità per cittadini ed imprese di rateizzare i debiti pregressi, esclusi quelli dell’annualità in corso, fino ad un massimo di 72 rate. Un’opportunità finalizzata a dare sollievo alle imprese ed alle famiglie reggine, in questi mesi alle prese con gli aumenti delle bollette dovuti al caro energia ed alle difficoltà del periodo di ripresa postpandemica.

“Naturalmente – si legge in una nota di Palazzo San Giorgio – il pagamento dei tributi comunali è un fatto necessario. Mancati avvisi di pagamento e la conseguente maturazione dei termini di prescrizione rischierebbero di generare un danno erariale ed un default dei conti pubblici che nessuno di noi può augurarsi. Nonostante ciò comprendiamo assolutamente necessità ed esigenze delle nostre imprese. Da parte nostra – concludono Martino e Gangemi – continueremo a stare al fianco dell’intero tessuto produttivo, chiedendo al Governo che siano adottate misure di sostegno e sgravi, come avvenuto durante il periodo Covid, anche per ciò che riguarda i tributi comunali, al fine di dare supporto al tessuto imprenditoriale, tutelando anche i livelli occupazionali“.