fbpx

“E’ nata prima l’Amara o la Miravigghia?” A Messina nasce la pralina biscotto “Amara Miravigghia”

/

Si conclude il progetto di azienda didattica promosso dall’IIS ‘Antonello’ in collaborazione con associazione ‘Ulisse’ e il maestro Ambasciatore del Gusto Lillo Freni

Da qualche settimana la domanda su Facebook è, “è nata prima l’Amara o la Miravigghia?” Quel che è certo che lei ha proprio voglia di raccontare la sua storia e lo fa in prima persona, neo-cantastorie online, pronta a sciorinare il suo ‘cuntu’. Lei è ‘Amara Miravigghia’, pralina biscotto nata all’Istituto ‘Antonello’ di Messina, scuola superiore con, tra gli altri, indirizzo enogastronomico e alberghiero. Il prodotto di pasticceria è il centro e l’obiettivo finale del Progetto che l’Istituto ha promosso insieme all’associazione ‘Ulisse’ di Santa Teresa di Riva (Messina), alla pasticceria Freni di Messina e che per mesi ha visto gli studenti impegnati nella realizzazione di un’azienda didattica a scuola. In questo mondo gli alunni hanno maturato nuove competenze, come se operassero davvero in un’azienda, nella quale unire insieme risorse umane, fare brainstorming, analizzare il mercato, parlare di personal branding e approfondire la comunicazione aziendale, con particolare attenzione al digital.

Il progetto è stato finanziato dal Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione professionale della Regione Siciliana, nell’ambito del bando ‘Start Up di impresa didattica in favore degli istituti superiori statali tecnici e professionali’. Durante questo percorso, gli studenti sono stati guidati e seguiti dal maestro pasticcere messinese e Ambasciatore del Gusto, Lillo Freni, dal docente di Pasticceria, Nino Iannazzo e dagli altri tutor interni ed esperti esterni dei moduli didattici. Hanno così ideato un prodotto dal gusto unico, che consente di assaporare il piacere solido del frutto dell’arancia nella sua declinazione amara. Non a caso, il suo carattere, trova sintesi nella unique selling proposition: ‘Mordi il succo’. IL 2 giugno scorso, inoltre, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica, gli allievi dell’Antonello hanno realizzato una versione limited edition tricolore di ‘Amara Miravigghia’, gustata durante l’evento organizzato dalla Prefettura di Messina, con l’Università di Messina e il Conservatorio Arcangelo Corelli, che si è svolto nel cortile dell’Ateneo peloritano.

“Questa esperienza è stata un’opportunità preziosissima – commenta la professoressa Laura Tringali, dirigente scolastica dell’‘Antonello’ di Messina – e si inserisce all’interno di altre progettualità regionali avviate dall’Istituto; tra queste un laboratorio del Gusto legato al pesce azzurro che è diventato un laboratorio di orientamento ma anche una vetrina importante per la città dello Stretto. Il percorso di ‘Amara Miravigghia’ è stato dedicato al mondo della pasticceria – aggiunge la docente – per puntare l’attenzione sul valore del nostro territorio, esaltando i suoi prodotti più autoctoni, e cosa c’è di più siciliano dell’arancia? Il prodotto sarà lanciato e venduto nella vetrina del nostro e-commerce. Ci teniamo molto alla vetrina online, siamo tra le poche scuole italiane ad averne realizzata una. È un canale che dà visibilità all’istituto e che continueremo a rafforzare. A breve partiremo anche con una produzione natalizia di panettoni e cioccolato”.

Poi la dirigente scolastica evidenzia gli altri aspetti del progetto portato avanti con l’associazione Ulisse: “Gli studenti hanno frequentato, insieme all’attività didattica di laboratorio, dei moduli dove la teoria si è unita alla pratica, dall’orientamento al lavoro e business planning, alla comunicazione e alle azioni di marketing. Il nostro obiettivo è creare dei prodotti solo made in Sicily e a brand ‘Antonello’ – aggiunge Tringali – da promuovere e da vendere attraverso l’azienda didattica anche fuori dal nostro territorio. Ovviamente non c’è uno scopo di lucro, ma di diffusione di best practice, il ricavato delle vendite serve a coprire le spese dell’azienda didattica stessa, a finanziare altri progetti di natura inclusiva e anche per uno scopo solidale”.

Grande soddisfazione da parte dell’associazione Ulisse che inserisce così nel proprio curriculum di attività un’altra esperienza importante con un autorevolissimo partner: “Sappiamo bene il valore dell’Istituto ‘Antonello’ di Messina che ha formato generazioni di professionisti nel settore alberghiero e non solo – e per noi è stato un onore collaborare al progetto di ‘Amara Miravigghia’”, osserva il presidente del sodalizio Carmelo Cutrufello. “Oggi in un mercato e mondo del lavoro sempre più dinamico – afferma – gli allievi della scuola hanno potuto avvicinarsi a quel che li aspetterà dopo, comprendendo quando sia importante oggi acquisire nuove competenze, costruire la propria personalità online nel modo più efficace e il valore di lavorare in team”.